Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Volano gli stracci tra sindacati, la Cisl: «La Cgil sta cavalcando la tragedia»

Mannini (Fit) lancia un duro attacco al segretario provinciale Gozzani: «Guerra tra sindacati del tutto fuori luogo»

Più informazioni su

«In un momento tragico come questo, con la morte di un giovane ragazzo di 41 anni, il segretario Cgil di Massa-Carrara Paolo Gozzani si mette, con le accuse alla Cisl, a fare proselitismo per la sua campagna elettorale visto il suo mandato in scadenza, nonché una guerra tra sindacati del tutto fuori luogo e fuori tempo». Si apre così la nota inviata da Luca Mannini, segretario della Fit-Cisl di Massa-Carrara, in cui il sindacalista non si risparmia nel controbattere a quanto dichiarato ieri da Paolo Gozzani, il segretario provinciale della Cgil.

«Gozzani – scrive Mannini – accusa la Cisl di non partecipare allo sciopero generale in quanto questo è “un modo per porre la massima attenzione nei confronti di quello che noi riteniamo essere il centro della nostra azione sindacale”. Queste sono state le sue parole. Il problema è proprio questo. La Cgil crede di poter imporre agli altri la propria azione sindacale e si ostina a credere di essere solo lei a Rappresentare i Lavoratori. Purtroppo per lei non è così, specialmente al Porto di Marina di Carrara dove è sempre stata una forza marginale ed ininfluente bisognosa appunto di creare casi singoli per provare a far esplodere questioni che non sono mai esplose. Se poi l’azienda oggetto dei sui attacchi è la Porto di Carrara Spa, dove ha sempre ricevuto bastonate. Gozzani sputa sentenze con un’indagine della Procura in corso senza conoscere la dinamica dell’incidente. Se ha elementi validi si rivolga alla Procura e non sulla stampa con foto che nulla hanno a che fare con quanto accaduto. Il delegato Cgil Domenico Ciavarella ha dichiarato sui media: “provate a vedere come si lavora in porto: ultimamente non ci sono spazi, è tutto pieno, e quindi si è costretti a lavorare in una certa maniera”. Subito dopo però dichiara “la cosa che più fa male è che oggi non c’era neanche traffico, si lavorava tranquillamente”. Insomma concetti contrastanti che si smontano da soli. E sulle parole di Domenico Ciavarella ci fermiamo qui anche se ce ne sarebbe da dire».

«Quello che ci lascia perplessi – continua Mannini – è il modo in cui la Cgil ha comunicato sulla stampa i risultati di un’Ispezione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale. Come si possono gettare alla stampa informazioni così riservate? Aveva l’autorità per farlo? A noi in ogni caso la divulgazione di dati sensibili e riservati non interessa a differenza invece dell’Autorità Portuale. A noi interessa invece sapere se in un recente passato i controlli ispettivi dell’Autorità Portuale hanno evidenziato lacune sul fronte sicurezza. Se sì, ci piacerebbe sapere quali e se mai sono state contestate alla Porto di Carrara e quali misure questa abbia adottato. Se no, invece, sarebbe la dimostrazione di quanto scritto sopra ovvero che la Cgil sta cavalcando il singolo episodio per pubblicità e la cosa sarebbe gravissima. Sull’attacco personale a Emanuele Menconi rispondiamo che non è il rappresentante Cisl per la sicurezza ma il Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza della Porto di Carrara. Questo perché a elezioni libere e democratiche fatte la primavera scorsa Emanuele è stato riconfermato come Rappresentante con 53 preferenze contro le 19 dei delegati Uil e 13 del Delegato Cgil. Evidentemente a Emanuele è stato riconosciuto dai Colleghi l’ottimo lavoro svolto negli anni. Se ci sono ancora gravi lacune in termini di sicurezza come dice la Cgil chissà che far-west c’era prima del mandato di Emanuele».

«Quindi caro Gozzani – conclude il segretario della Fit-Cisl – forse è meglio che tu la smetta di cavalcare tragedie come questa per apparire sulla stampa e in Tv. Per fare polemica potevi per lo meno aspettare la celebrazione delle esequie del ragazzo per rispetto Suo, della famiglia, dei colleghi e degli amici tutti. Per quel che ci riguarda ti auguriamo di essere riconfermato alla guida della Cgil provinciale, di certo in Cisl avremo di che guadagnarci».

Più informazioni su