LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Addio a Giuseppe Giannetti, artefice del miracolo della Pallavolo Carrarese

Il grande allenatore è morto prematuramente all'età di 63 anni. Maurizia Cacciatori: «Non potevamo avere un allenatore migliore»

Più informazioni su

«Ti avevo detto che noi carrarini siamo tosti e non molliamo mai. E così continuerai ad esserlo nei cuori di tutte noi. Noi che siamo cresciute coi tuoi insegnamenti, noi che non potevamo avere miglior allenatore. Ciao Beppe». Con queste parole, scritte sui social, Maurizia Cacciatori, la grande pallavolista carrarese dà l’addio al professor Giuseppe Giannetti, uno dei più grandi allenatori del volley italiano, scomparso oggi all’età di 63 anni. Era nato a Carrara il 26 giugno 1955. La Cacciatori è uno dei talenti dello sport italiano scoperti proprio da Giannetti. Tra questi anche altre pallavoliste apuane come Francesca Piccinini e Daniela Volpi.

Giannetti fu definito «l’inventore delle palleggiatrici» e di fatto creò quel miracolo sportivo che fu la Pallavolo Carrarese portata dalla serie C1 degli anni ’80 fino alla serie A1 degli anni ’90. Nel corso della sua lunga carriera, Giannetti ha ricoperto anche il ruolo di secondo allenatore della nazionale azzurra femminile.

Gli attestati di stima per Giannetti e il cordoglio per la sua scomparsa sono arrivati da tutta Italia. Il presidente della Fipav (la Federazione Italiana Pallavolo) Pietro Bruno Cattaneo, il consiglio federale e il segretario generale Alberto Rabiti «partecipano al dolore della famiglia per la scomparsa di Giuseppe Giannetti, stimato tecnico e grande artefice della Pallavolo Carrarese».

E arriva anche il cordoglio dell’amministrazione comunale di Carrara. «Con la scomparsa di Giuseppe Giannetti, Carrara perde un grandissimo dello sport, un allenatore che ha fatto la storia della pallavolo locale e nazionale». Così l’assessore allo sport Alessandro Trivelli commenta la prematura scomparsa di Giuseppe Giannetti, esprimendo alla famiglia il cordoglio di tutta l’amministrazione. «E’ stato l’allenatore della Pallavolo Carrarese dei tempi d’oro. Negli anni ’90 ha vinto tutto quello che si poteva vincere a livello giovanile, ha portato la nostra squadra ai massimi livelli, conquistando la serie A. Ha allenato e formato schiere intere di ragazzine, proprio negli anni in cui con la “generazione dei fenomeni” la pallavolo diventava uno sport di massa. Fu lui a crescere e lanciare due talenti di livello assoluto come Maurizia Cacciatori e Francesca Piccinini» ha aggiunto l’assessore Trivelli, ricordando il ruolo di punta che Giannetti ha ricoperto in questa disciplina così amata».

Più informazioni su