LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Morte in via delle Pinete, il Comitato: «Sindaco, serve un autovelox» foto

Il presidente "Ricortola Bondano" interviene sull'incidente accaduto mercoledì sera in via delle Pinete

Lettera aperta del presidente del comitato Ricortola, Casone, Bondano e Partaccia, Ivo Zaccagna al sindaco di Massa Francesco Persiani, in merito all’incidente stradale avvenuto nella serata di mercoledì 25 luglio in via delle Pinete e che ha causato la morte di una donna 53enne.

«Il drammatico incidente di mercoledì 25 luglio in via delle Pinete – si legge nella nota di Ivo Zaccagna – è la classica goccia che fa traboccare il vaso da tempo ormai colmo. Una turista è stata travolta mentre andava in bicicletta da un’auto che stava transitando nella medesima strada, strada che definire ad altissimo rischio è un eufemismo. Speriamo che le conseguenze per la donna non siano tragiche anche se le sue condizioni sono apparse sin da subito molto gravi.

Ed è per questo che oggi torniamo a sollecitare le istituzioni, tutte, a mettere al centro dell’agenda politica e amministrativa la sicurezza delle frazioni di Ricortola, Bondano, Casone e Partaccia. Zone turistiche dove il degrado ha lentamente preso il sopravvento, a causa dell’incuria degli anni, e i devastanti effetti di questa mancanza di attenzione sono sotto gli occhi di tutti, di giorno e di notte, partendo proprio dalle strade: asfalto ridotto a un colabrodo, radici dei pini che creano pericolosissimi dossi fin dentro le carreggiate, marciapiedi inesistenti, divelti o ridotti a brandelli.

Questa è l’arteria principale che dal centro di Marina di Massa porta fino a Marina di Carrara, attraversando la zona dei campeggi e degli stabilimenti balneari, un tempo fiore all’occhiello della provincia. Chiediamo al sindaco Francesco Persiani di avere subito un occhio di riguardo per questa zona, che potrebbe essere un importante volano per tutta l’economia locale, magari partendo sin da subito con piccole ma importantissime cose, dalla sicurezza stradale: serve più illuminazione, iniziando da via delle Pinete, per assicurare a tutti, pedoni, ciclisti e automobilisti, la massima visibilità, in ogni condizione, così da poter prevenire incidenti e avere i tempi di reazione più rapidi possibili. In attesa di una riqualificazione completa dell’asfalto, per limitare gli incidenti, crediamo che sia indispensabile poi prevedere l’installazione di un autovelox.

Sappiamo che le procedure non sono semplici e che i costi sono elevati ma esistono tante soluzioni, come le colonnine arancioni dei ‘VeloOk’, soluzione adottata sempre più in Italia: sono box da installare in più zone della città dove all’interno può essere attivo, oppure no, un autovelox che può essere così spostato di volta in volta senza comprarne di nuovi.
Ma le colonnine, fisse, rappresentano comunque un deterrente perché chi è al volante non sa se sia attiva oppure no. Infine crediamo che sia arrivato il momento di installare una pensilina per la fermata dell’autobus per i ragazzi dell’istituto alberghiero, costretti ad aspettare in strada con tutti i rischi del caso. Piccole cose con le quali si può migliorare la vivibilità e la sicurezza della zona. Siamo fiduciosi che il sindaco e la nuova giunta sapranno ascoltare l’appello degli abitanti della zona».

Ivo Zaccagna, presidente del Comitato di Ricortola, Casone, Bondano e Partaccia