LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Sciopero, alta tensione in Comune: 150 cavatori dal sindaco foto

Hanno attraversato la città e raggiunto Palazzo Civico. «Riaprire subito le trattative per il rinnovo del contratto»

Stamani circa 150 cavatori in sciopero per il mancato rinnovo del contratto integrativo hanno attraversato la città e hanno raggiunto il Comune di Carrara per incontrare il sindaco. In questi minuti i lavoratori del marmo sono riuniti nella sala di rappresentanza di Palazzo Civico dove stanno intervenendo i sindacati con Roberto Venturini della Fillea-Cgil che ha chiesto al sindaco di «battere i pugni sul tavolo» per convincere gli industriali a riaprire la trattativa. Il sindaco Francesco De Pasquale, accompagnato dal capogruppo di maggioranza, Daniele Del Nero, ha fatto sapere che da Confindustria sono disponibili a riaprire la trattativa, anche se ieri gli stessi industriali avevano fatto intendere altro.

Anche per questo la situazione è tesa: le contestazioni non sono mancate. De Pasquale ha aggiunto che l’amministrazione sta lavorando sulla partita dei beni estimati e che in un paio d’anni la situazione cambierà. Inoltre, per quanto riguarda la trattativa, il primo cittadino carrarese assicura che l’amministrazione attraverso gli assessori Martinelli e Trivelli farà pressione per far riaprire il tavolo.

Il segretario provinciale della Cgil, Paolo Gozzani, dal canto suo ha contestato all’amministrazione il fatto di non averli consultati e di essere rimasti «neutrali» rispetto all’importante partita che si stava giocando, suscitando gli applausi dei presenti.

È arrivato anche il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Giacomo Giannarelli, il quale ha cercato di smorzare i toni, chiedendo ai cavatori di restare al fianco dell’amministrazione comunale e ribadendo che «non siamo neutrali», suscitando altre contestazioni. Poi Giannarelli ha voluto mettere in evidenza il fatto che «la politica ha preso in giro i lavoratori», motivo per cui il M5s è stato premiato dagli elettori.

I cavatori hanno chiesto che il sindaco ricontatti subito gli industriali per riaprire le trattative. Venturini: «Quello che ci è stato detto non ci soddisfa. O il sindaco chiama gli industriali e si riaprono le trattative o lo sciopero va avanti a oltranza».

Il sindaco sta cercando di contattare Confindustria. I sindacati e i lavoratori, intanto si stanno organizzando per recarsi nella sede degli industriali in viale XX Settembre a Fossola.

+++ ULTIMO AGGIORNAMENTO ORE 11.22 +++