Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Sgominato clan della prostituzione: 13 arrestati, 5 ricercati foto

Maxi operazione dei carabinieri di Massa. I soggetti arrestati sono tutti rumeni e imperversavano sul litorale apuano da cinque anni

Più informazioni su

Sgominato un clan di cittadini rumeni che operava nella zona di Massa. I carabinieri del comando provinciale di Massa hanno portato a termine nelle ultime ore una maxi operazione che ha portato all’arresto di 13 persone, tutte di cittadinanza rumena. Altre cinque sono state individuate e identificate ma, trovandosi all’estero, le manette per loro non sono ancora scattate.

Più di cinquanta gli uomini dell’Arma impegnati in questa complessa e articolata indagine, denominata “Craiova Clan”, dal nome dalla città rumena dalla quale provengono i soggetti investigati e le loro vittime.

I soggetti colpiti il 25 maggio 2018 dai provvedimenti restrittivi della libertà personale si sono resi responsabili, in concorso tra loro, di reati consumati nella provincia di Massa-Carrara e La Spezia, quali: numerosi reati contro il patrimonio; reati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione; reati contro la persona mediante violenti pestaggi di clienti delle lucciole; numerose aggressioni in danno di prostitute concorrenti al fine di allontanare te stesse dai luoghi di esercizio delle giovani donne controllate dal clan.

I reati sono stati perpetrati nel periodo compreso tra maggio 2017 e maggio 2018, ed hanno visto quali protagonisti persone appartenenti ad un vero e proprio clan familiare che, sia tramite azioni violente sia tramite occasionali accordi con altri gruppi di sfruttatori hanno dominato incontrastati un ampio tratto del lungomare apuano della provincia di Massa-Carrara sul quale hanno esercitato un vero e proprio controllo militare con l’effettuazione di pattuglie mirate sia al controllo e protezione delle prostitute sia al mantenimento delle piazzole di esercizio sulle quali erano stati imposti veri e propri dazi a cadenza settimanale che, se non rispettati, davano poi luogo a severe punizioni, sia ai furti in abitazione ed esercizi pubblici/commerciali.

Più informazioni su