LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Da richiedenti asilo ad assistenti bagnini grazie ad "Amici di Elsa"

L'associazione nata per aiutare i bambini disabili ha dato un bellissimo esempio d'integrazione

Più informazioni su

Da richiedenti asilo ad assistenti bagnini della Federazione Italiana Salvamento Acquatico. Il Prefetto di Massa Carrara, Enrico Ricci, in una cerimonia in Prefettura, con le altre autorità del territorio, compreso il sindaco di Carrara Francesco De Pasquale, ha voluto premiare questi ragazzi, consegnando loro, personalmente, il tanto desiderato Brevetto da Assistenti Bagnanti. Il progetto è stato ideato e realizzato da Amici di Elsa un’associazione nata con lo scopo di aiutare i bambini portatori di handicap e i loro familiari guidata da Manuela Bondielli.

La presidente ha dichiarato: «Hanno cominciato il corso in dodici, ma sono riusciti a conseguire il brevetto solo tre, uno dei quali è molto legato a mia mia figlia disabile, la Elsa, che cura e segue come fosse una sorella». Il progetto ha visto in campo diversi partner a partire dalla sezione locale della Federazione Italiana Salvamento Acquatico, l’ASD “Sa.Tu.Re.Te.”, l’ASD “Accademia Aquananda” e le varie strutture che ospitano i richiedenti asilo della provincia di Massa Carrara.

È stato un percorso impegnativo, a cui la Prefettura a sempre guardato con interesse.
Ci sono stati non pochi problemi che però sono stati superati, primo fra tutti la comunicazione con gli immigranti, risolta molto spesso dal mediatore culturale Alessandro Bertelli.

Tutto è cominciato con un corso per utilizzare il defibrillatore. Poi il primo corso di nuoto: il doversi confrontare nuovamente con l’acqua ha rievocato nei ragazzi terrore e paura, quella paura indelebile vissuta nel Canale di Sicilia, dove molti di loro hanno seppellito fratelli e sorelle. all’impegno dei ragazzi dell’ASD “Sa.Tu.Re.Te.” ed infine il corso da Bagnino della F.I.S.A., col coinvolgimento del deleaato

I ragazzi sono stati molto motivati, alcuni hanno imparato molto bene l’italiano e due di loro hanno ottenuto anche un ulteriore brevetto per istruttore di nuoto per bambini disabili, rilasciato e consegnato loro da Boris Guinzburg, esperto in riabilitazione in acqua.

Nei prossimi giorni il terapista Boris e i giovani migranti neo brevettati, accompagneranno sedici ragazzi disabili (accompagnati dalle famiglie) dell’associazione Amici di Elsa alle Terme di Sorano, in provincia di Grosseto dove saranno ospitati gratuitamente presso le terme di Luciano Calvani per una settimana intensiva di terapia. Un’opportunità per cui l’associazione ha ringraziato.

Così l’acqua da fonte di paura è divenuta elemento di curiosità: dopo oltre un anno, questi coraggiosi ragazzi, Bah Mamadoulamaran, Bundu Rassin e Diamo Alpha Omar, seguiti ed indottrinati nelle tecniche di salvamento, hanno raggiunto il loro traguardo: quel brevetto professionale che un giorno gli permetterà di salvare altre vite.

Più informazioni su