Quantcast
LiguriaNews Genova24 Voce del Tigullio Città della Spezia Voce Apuana

Parco Puccinelli, previsti almeno 40mila euro per la ristrutturazione foto

Molto più onerosa l'opzione dell'acquisto di nuovi giochi e arredi. Il sopralluogo in commissione sviluppo

Ristrutturare gli arredi e i giochi del parco Sebastiano Puccinelli di Marina di Carrara costerebbe almeno tre volte meno che acquistarli nuovi. Oggi si è tenuto il sopralluogo della commissione sviluppo, presenti l’ingegner Giuseppe Marrani, il presidente di Auser Roberto Quadrelli, l’ex presidente Silvio Ramagini e il responsabile servizio arredo urbano di Amia, il dottor Mikado Menconi.

Il sopralluogo al parco Puccinelli

Del progetto del parco giochi per bambini disabili promosso da Thomas Santi Cassani non si è parlato; la questione affrontata è stata quella la sistemazione di giochi e arredi. In caso di sostituzione completa di entrambi, la spesa sarebbe di 100mila euro per i giochi nuovi e almeno 500 euro a panchina. Decisamente più economica l’opzione della ristrutturazione: nel progetto da 40mila euro ne rientrerebbero 26mila per i giochi, 12mila per la realizzazione della pavimentazione antitrauma e la recinzione dell’intero perimetro del parco. Resterebbero a parte la risistemazione delle panchine (160 euro l’una) e dei bagni pubblici (8200 euro più iva). Questi ultimi, oltre che al tetto, hanno subito danni ingenti alla rete fognaria dovuti all’affioramento delle radici degli alberi: la nuova tubazione andrebbe ricoperta di cemento. Le dovute valutazioni e, naturalmente, la decisione finale spetteranno all’amministrazione. La recinzione appare necessaria anche per la presenza nel parco, frequentatissimo da bambini e da persone di ogni età, di svariate siringhe usate, della cui raccolta si occupa Amia. L’impaludimento del terreno di pioggia ingente sarà invece difficilmente risolvibile, a detta dell’ingegner Marrani, per via della sua stessa struttura.

“L’opzione della ristrutturazione ci sembra meno onerosa – ha dichiarato il consigliere Gabriele Guadagni – Menconi ci ha confermato che i giochi risalgono al ’98, quindi ci sembrerebbe più opportuno ristrutturarli. La recinzione è un altro problema. Siamo dell’avviso di ristrutturare i giochi ed effettuare la copertura delle vasche col vetro.” Che, semessa a bilancio, diventerebbe parte del progetto.