LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Massa-Carrara ha sete? Emergenza siccità, ma il 2022 non è l’anno meno piovoso

Secondo una ricerca curata dai professori Luigi Mariani e Franco Zavatti è emerso che per Genova e Pisa (le due città più vicine al nostro territorio prese in considerazione dallo studio), quest'anno ha già piovuto più che in altri periodi

Più informazioni su

MASSA-CARRARA. “Piove, governo ladro”, anzi no, non piove. Oppure sì? E se sì, a sufficienza? Intanto il governo nazionale sta parlando di emergenza siccità (è in arrivo il piano) e si pensa al razionamento diurno dell’acqua. Intanto proprio oggi il presidente della Toscana, Eugenio Giani, ha firmato lo stato di emergenza per la siccità (qui). La Voce Apuana è quindi andata alla ricerca di testimonianze circa dati ed elementi scientifici legati al più ampio raggio temporale possibile, nel tentativo di  confrontare, per quel che riguarda il nostro territorio, coordinate lontane nel tempo e assumere così una visione più completa del fenomeno.

Partiamo quindi da Climatemonitor, il sito su cui scrivono il professor Luigi Mariani docente di Agrometeorologia presso l’Università degli Studi di Milano, alla facoltà di Agraria e Franco Zavatti astronomo, già ricercatore e studioso presso facoltà di Scienze al Dipartimento di Astronomia. Secondo lo studio sviluppato dai due professori e prendendo come riferimento le due città più vicine a noi e presenti nel loro elaborato scientifico (Pisa e Genova), si sono ricostruiti gli anni meno piovosi del secolo.

Dalla ricerca è quindi emerso che per Genova e Pisa, il 2022 non è affatto l’anno meno piovoso. Risulterebbe infatti, per Pisa e guardando al periodo 1917-2022, che l’anno meno piovoso sia il 1990 con 360 mm (nel 2022 sono precipitati già 600 mm). Ci sono stati nel secolo scorso e nel periodo preso a riferimento, rispettivamente 27 volte e 26 volte, anni meno piovosi del 2022. Più o meno la stessa cosa accade per Genova, la quale registra, tra il 1917-2022, l’anno meno piovoso nel 1990 con 2015 mm (nel 2022 sono 555 mm). Di anni meno piovosi, rispetto al 2022, per Genova sono stati ben 37 se si guarda al periodo 1917-2022 e 20 guardando al secolo scorso. Secondo questo studio, la città meno piovosa per questi primi mesi dell’anno è Torino, la quale conobbe il suo record negativo un secolo fa con 177 mm (contro i 288 mm di quest’anno).

Guardando al territorio compreso tra La Spezia e Livorno, emerge dallo studio che in questi mesi abbiamo registrato una piovosità compresa tra i 600 e 550 mm, e la cosa curiosa è che sarebbe il nord, rispetto al sud, in difficoltà. Gli studiosi ammettono essere il 2022 un anno non particolarmente piovoso, ma l’anomalia riguarderebbe soprattutto il nord Italia. Nell’area compresa tra La Spezia e Livorno, si registrano nel secolo scorso, 20 volte degli anni meno piovosi rispetto al 2022. Non è nell’intenzione dei due studiosi, spiegano li stessi, negare il cambiamento climatico, ma rimarcano l’importanza di poter confrontare dati lontani nel tempo, paragonandoli tra loro, per evitare allarmismi eccessivi.

Per quanto riguarda più strettamente il nostro territorio e andando a dare un’occhiata a dati più recenti (difficile trovarne molto lontani nel tempo) sul sito di Sir, il Settore Idrologico e Geologico regionale, abbiamo messo a fuoco i dati del pluviometro registrati dalla stazione posizionata a Montignoso, i quali indicano i giorni di pioggia e di cumulo annuale (descrive l’entità delle precipitazioni in mm). Nel 2022 fino a giugno, risultano 35 giorni piovosi con un cumulo di 362 mm; l’anno prima, nel 2021, i giorni di pioggia nei primi 6 mesi, erano 56 e i mm 840. Nel 2003, anno particolarmente caldo, si registravano nei primi 6 mesi, solo 29 giorni  piovosi e 331,14 mm di cumulo. Nel 2014, anno dell’alluvione a Carrara, nei primi 6 mesi c’erano stati ben 65 giorni piovosi e ben 1.098,80 mm di cumulo di acqua piovana.

Più informazioni su