LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Pontremoli, l’Asl al sindaco Ferri: «Nessuna disparità di trattamento tra ospedali»

L'azienda sanitaria replica al primo cittadino sulla "bolla" covid: «Tutti i pazienti di Pontremoli e Fivizzano positivi e con sintomi, anche solo con febbre oltre i 37,5 gradi, vengono portati al Noa»

Più informazioni su

PONTREMOLI – L’Azienda Usl Toscana nord ovest precisa quanto segue in merito alle dichiarazioni del sindaco di Pontremoli Jacopo Ferri e dell’assessore Cavellini relative alla “bolla” Covid presso l’ospedale di Pontremoli: «Non c’è nessuna disparità di trattamento rispetto all’ospedale di Massa. E non corrisponde assolutamente al vero che al Noa sia stato attivato un setting Covid con personale aggiuntivo. All’ospedale di Massa sono stati predisposti setting per degenza separate per pazienti Covid sintomatici, sia ordinari che intensivi. Ciò ha portato a ridurre a dieci posti letto il setting ordinario e a 2 posti letto il setting intensivo. Pertanto il personale impiegato non è aggiuntivo ma è quanto rimane dalla riduzione, appena citata, del reparto Covid. Quanto rimasto del reparto Covid, oggi trasformato in un piccolo setting, è utilizzato come punto di ricovero separato per i pazienti Covid positivi sintomatici (cioè con polmonite) provenienti sia dalla zona Apuane che dalla Lunigiana».

«Infatti, è bene ricordarlo – evidenzia l’Asl – tutti i pazienti degli ospedali di Pontremoli e Fivizzano positivi e con sintomi, anche solo con febbre oltre i 37,5 gradi, vengono portati all’ospedale Apuane di Massa. A Pontremoli i pazienti Covid sono tutti asintomatici e hanno scoperto di essere positivi solo perché, una volta ricoverati per altre cause, sono stati sottoposti al tampone obbligatorio. Le recenti disposizioni regionali stabiliscono che i pazienti positivi al Covid ma asintomatici possono essere ricoverati in “bolle” posizionate all’interno dei reparti specialistici di riferimento, in camere di degenza dotate di servizi igienici. Le stesse disposizioni disciplinano le modalità di vestizione e svestizione e i dpi necessari alla sicurezza del personale».

«A Pontremoli – conclude l’azienda sanitaria – tutto il percorso è stato definito e attivato in ottemperanza a tali disposizioni, è stato individuato uno spazio di svestizione antistante la degenza e non è prevista la presenza di personale “dedicato”, considerato che si tratta, come detto, di pazienti ricoverati per cause indipendenti dal Covid e asintomatici, che il nostro personale è assolutamente in grado di gestire in piena sicurezza».

Più informazioni su