LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Rotary Carrara e Massa: il nuovo presidente è Gianvincenzo Passeggia

MASSA-CARRARA – Cambia la presidenza al Rotary Carrara e Massa. Gianvincenzo Passeggia è il presidente: «Com’è tradizione, ogni anno è caratterizzato da un progetto di servizio nel quale i soci convogliano le proprie le risorse, umane e professionali. Quello di quest’anno – spiega Passeggia – intende valorizzare la qualità di Città Creativa che Carrara ha saputo guadagnarsi nel 2017: “Oggi Carrara è una delle 13 città italiane che hanno questo prestigioso riconoscimento (circa 300 in tutto il mondo), finalizzato a fare della creatività e dell’industria culturale il centro dei loro piani per lo sviluppo urbano sostenibile. In questo il Rotary può apportare un importante contributo: è infatti associazione di servizio che si propone iniziative capaci di migliorare il benessere della collettività. Il benessere della nostra comunità passa, certamente, attraverso la cultura, ricchezza generosa del nostro territorio”, conclude prima di accennare ai tratti dell’iniziativa che ha in animo di realizzare. Si tratta del Progetto “Il Rotary per la Città Creativa”, che mira a creare un sistema di conoscenza e di analisi dello stato di Carrara nel tema in parola. Un cruscotto di indicatori, strumento informativo basato su un insieme di elementi caratterizzanti l’identità creativa della città. Ben noto in campo economico, il suo obiettivo coinvolge anche gli aspetti strategici e la verifica dei traguardi raggiunti, in questo caso, verso il rafforzamento dell’identità creativa UNESCO. Il cruscotto dovrà svilupparsi attorno ad elementi quali Conoscenze tradizionali e formazione, Attività di impresa, artigianale e industriale, Attività
artistica, Attività culturali, Adeguatezza urbanistica, Rispetto ambientale e paesaggistico, Risposta sociale, Turismo e commercio. Un’iniziativa che richiede il coinvolgimento di entità esterne al Rotary: il soggetto scientifico a cui si ritiene possa esserne affidata la puntuale declinazione del progetto, le istituzioni locali e, non ultimo, il Club Unesco Carrara dei Marmi, partner fondamentale, data la stretta attinenza della tematica agli scopi statutari di quest’ultimo, oltre che per il ruolo decisivo che ha saputo esercitare per la candidatura e per il riconoscimento di Carrara come Città creativa».