LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Stazione allagata, Persiani: «Piazza sistemata a regola d’arte, le Ferrovie facciano la loro parte»

Il primo cittadino e l'assessore Guidi: «Durante i lavori avevamo invitato Fs a cogliere l’occasione per sistemare l’edificio ma hanno risposto che avrebbero fatto degli studi più approfonditi»

MASSA – Il sindaco Francesco Persiani risponde alle critiche e alle polemiche piovute, è il caso di dirlo, sull’amministrazione dopo i temporali che l’altro giorno hanno provocato l’allagamento della stazione e della piazza antistante la stazione, quest’ultima fresca di riqualificazione e inaugurazione. «Prima di tutto stiamo parlando di un fenomeno temporalesco eccezionale, che va oltre l’ordinario, di portata molto intensa, il temporale ha rotto tetti e abbattuto alberi: e questo è stato riconosciuto oggettivamente-ha premesso il primo cittadino prima di aggiungere-in secondo luogo i nostri interventi hanno portato miglioramento alla piazza anche sotto il profilo della regimentazione delle acque, visto che l’acqua a differenza del passato non è ristagnata e non ha formato il solito lago, tant’è che subito dopo la bomba d’acqua, la piazza è tornata accessibile. Significa che la piazza ha l’inclinazione e la pavimentazione giusta».

Il sindaco ha fatto presente il ruolo di Ferrovie dello Stato, circa l’allagamento della stazione stessa: «Noi non possiamo erigere un muro per impedire il deflusso delle acque: l’edificio è di Ferrovie dello Stato. Durante i lavori avevamo invitato Fs a cogliere l’occasione per sistemare l’edificio ma hanno risposto che avrebbero fatto degli studi più approfonditi. A noi dispiace per quanto successo ma d’altra parte Fs deve tutelare utenti, cittadini e i suoi servizi: ognuno si prenda le sue responsabilità, quell’edificio orami ha 70 anni e ha bisogno di interventi, fosse anche solo di accorgimenti come delle paratie. I nuovi lavori hanno migliorato la piazza, la quale non ha subito nessun danno: ripeto, dopo la pioggia è tornata accessibile, il problema è l’acqua che entra dentro la stazione e le Ferrovie devono intervenire mettendo in campo le loro risorse. Queste polemiche sono solo una strumentalizzazione».

Anche l’assessore ai Lavori Pubblico Marco Guidi spiega: «È necessario che Ferrovie dello Stato faccia la sua parte: l’acqua che arriva dalla piazza defluisce dentro una conduttura che passa sotto i binari per smaltire l’acqua nella zona sud della stazione, ma questa conduttura non riesce a smaltire tutta l’acqua che arriva perché ha dei problemi. Noi lo abbiamo fatto presente a Fs, la quale si è riservata di fare studi approfonditi. Il tema-ha ribadito Guidi- è raccogliere l’acqua che arriva dalla stazione. Noi abbiamo migliorato la piazza anche sotto il profilo della captazione delle acque e continueremo a migliorare per cercare di intercettare le acque che scendono dai viali fino alla stazione, ma Fs deve fare la sua parte. L’amministrazione è pronta e disponibile a sedersi al tavolo».