LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Alberghiero ‘Minuto’: via ai lavori di messa in sicurezza. Lorenzetti: «Il disastro e la rivincita» foto

Oltre 10 milioni di euro che vedranno le imprese impegnate in importanti interventi, in particolare per il suo adeguamento antisismico, antincendio, igienico funzionale e degli impianti

MARINA DI MASSA – «Questo dell’Istituto Alberghiero “G.Minuto” di Marina di Massa – ha raccontato, visibilmente emozionato, Gianni Lorenzetti – è uno dei primi problemi che ho dovuto affrontare come presidente della Provincia dal 2016. Da qui iniziarono le proteste, confluite poi in una grande manifestazione di studenti e insegnanti durante la quale io insieme a loro mi sentivo parte lesa perché ero appena arrivato e avevo trovato una situazione particolarmente complessa sia dal punto di vista dell’ente che era nel momento della sua liquidazione, un momento in cui le province dovevano essere chiuse, non c’erano soldi e la situazione economica era disastrosa, che da quello del patrimonio edilizio scolastico provinciale. All’epoca, grazie al coinvolgimento di tutti gli attori coinvolti, come si fa in una famiglia, abbiamo affrontato insieme tutti i problemi. Devo ringraziare della fiducia che mi fu accordata e grazie anche all’impegno del Governo che mise a disposizione il “Piano triennale dell’edilizia scolastica” e della volontà politica dell’amministrazione provinciale si decise di investire sul progetto esecutivo: per me questo è il simbolo della rinascita delle scuole della Provincia, è una delle scuole più importanti, una scuola da oltre mille studenti in un territorio in cui il turismo svolge un ruolo centrale. Per noi il Minuto è quindi il simbolo da una parte del disastro delle scuole nella provincia di Massa-Carrara e dall’altro quello della rivincita. In questi dieci giorni abbiamo allocato tre cantieri per una cifra complessiva di 18 milioni di euro. Questa è una cifra enorme, complicata da gestire, in un momento altrettanto complicato perché questi progetti partono nel 2018 quando c’era un mondo, e dei prezzi delle materie prime, completamente diversi da quello di oggi. Ringrazio le ditte che hanno compreso la situazione e trovato meccanismi compensativi che speriamo poi tutti insieme di superare nel modo migliore possibile: vogliamo che i cantieri inizino e finiscano nei tempi contrattuali senza riserve, stop dei cantieri o problematiche».

Ieri, all’Istituto Alberghiero “G.Minuto” di Marina di Massa è stato aperto il cantiere appaltato al raggruppamento temporaneo di imprese formato dalla Sud Montaggi Srl e la Edil Co. Srl rispettivamente capogruppo-mandataria e mandante. Lavori per un importo di oltre 10 milioni di euro che vedranno le imprese impegnate in importanti interventi di messa in sicurezza dell’edificio, in particolare per il suo adeguamento antisismico, antincendio, igienico funzionale e degli impianti. I lavori, iniziati ieri, dureranno 1.080 giorni, fine lavori prevista per giugno 2025, e vedranno impegnati l’architetto Massimiliano Frugoli nella direzione dei lavori, l’architetto Marina Tongiani come responsabile unico del procedimento e Sergio Auciello e Donato Loiudice, responsabili tecnici, rispettivamente per la Sud Montaggi e la Edil Co, le due imprese esecutrici. «Oggi, per me che lavoro in questa scuola da 26 anni è una giornata quasi incredibile – ha spiegato la vice preside Giovanna Ponzanelli – avendo alcuni spazi chiusi da oltre vent’anni la aspettavamo da molto tempo. Ringrazio la Provincia che ha sposato la nostra causa e inizio finalmente a vedere la luce in fondo al tunnel».

Durante la durata dei lavori sarà necessario ospitare gli studenti, ormai purtroppo abituati, in altri istituti. Per ridurre al minimo i disagi il cantiere procederà a step, partendo dai seminterrati e l’ala lato Viareggio, e via via che verranno completate, le parti della scuola verranno utilizzate. Quando a settembre inizierà la scuola parte degli studenti verrà trasferita al Toniolo, al posto di quelli del Palma che a loro volta verranno spostati nelle aule dell’Alfieri. «Questi interventi – ha raccontato nel suo intervento Stefano Alberti, consigliere provinciale capogruppo di maggioranza – rendono questa struttura più funzionale e adatta a sviluppare il suo ruolo formativo. Il Minuto è una scuola prestigiosa, orgoglio per il nostro territorio. Io e tutto il consiglio provinciale siamo molto soddisfatti per essere riusciti, nonostante le numerose difficoltà di questi tempi, a portare avanti i numerosi progetti avviati».

Oltre a quello dell’Alberghiero ci sono molti i cantieri, tra avviati e prossimi ad esserlo, che ha elencato la Dott.ssa Marina Tongiani, responsabile del Servizio Patrimonio e Fabbricati della Provincia: la demolizione e ricostruzione di un’ala dell’istituto Tacca di Carrara per un importo dei lavori di 3,7 milioni di euro e di un’ala dello Zaccagna per 3,9 milioni. Complessivamente la Provincia ha già a disposizione 37 milioni di euro per opere scolastiche finanziate attraverso il piano triennale per l’edilizia scolastica 2018-2020, confluito poi nel PNRR: 4,4 milioni per il liceo Montessori, 2,8 milioni per il liceo Rossi, 2 milioni per l’istituto Belmesseri, 500mila euro per il classico di Aulla, e 11 milioni per il nuovo istituto Barsanti. A questi se ne aggiungeranno altri, quando verranno avviati gli altri cantieri in corso di finanziamento, per raggiungere la considerevole cifra complessiva di oltre 47 milioni di euro. «A breve – ha concluso Lorenzetti – si terranno le elezioni di metà termine in Provincia e alla luce di quanto è successo a Carrara sono fiducioso di riuscire ad arrivare al termine del mio mandato e spero sinceramente di essere ricordato per essere riuscito ad aiutare, per quanto di mia competenza, il mondo della scuola. Una volta completati tutti i lavori in programma, concludo con una battuta, all’edilizia scolastica provinciale si potrà non pensare per cinquant’anni».

Ci sono novità e aggiornamenti sull’ex sede presso la Perticata del Liceo Scientifico G. Marconi di Carrara? «Sì – ha risposto Lorenzetti – abbiamo reperito le risorse e dato l’incarico per fare la progettazione, sarà un Marconi leggermente più piccolo ricostruito a seguito della demolizione dell’attuale edificio». «Inoltre – ha aggiunto la Tongiani – abbiamo un incontro in Comune con il Dirigente del Settore Edilizia Scolastica, il dottor Bengasi, il prossimo 1° luglio per fargli vedere già un primo studio definitivo che abbiamo preparato e se andrà bene entro la fine dell’anno sarà pronto il progetto esecutivo. Dopodiché ci sarà da trovare il finanziamento. Non appena usciranno nuovi bandi parteciperemo».