Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Giannetti: «Positivi i lavori sulla Aulla-Lucca, ma servono più bus sostitutivi per l’estate»

Il sindaco di Fivizzano: «Non possiamo pensare di sostituire 15 corse dei treni che fermano nelle stazioni di Gragnola, Monzone ed Equi Terme con un solo mezzo la mattina e uno solo la sera»

FIVIZZANO – A causa di lavori imminenti sul tratto ferroviario Aulla – Lucca, a partire da lunedì 12 giugno e fino al 31 agosto, sono stati sospesi i treni per lavori. Mercoledì 8 giugno si è svolta un riunione tra Regione, ferrovie e i comuni interessati dall’interruzione. Per la Lunigiana erano presenti il sindaco Ballerini del Comune di Casola L. e il sindaco Giannetti del Comune di Fivizzano.

Entrambi hanno condiviso il fatto che quando si avviano dei lavori di miglioria e ammodernamento è sempre molto positivo e di questo ringraziano Ferrovie per gli interventi previsti, ma hanno anche evidenziato che per il secondo anno consecutivo il maggior disagio dell’interruzione di questa linea colpisce soprattutto proprio i due Comuni Lunigianesi, tra l’altro nel periodo di maggior afflusso dei turisti.

La Lunigiana sta crescendo in maniera esponenziale dal punto di vista dell’offerta turistica, privare la zona di accesso alle Alpi Apuane, ad Equi Terme, penalizza in maniera radicale la stagione estiva. Ferrovie, per sopperire al disagio, ha previsto un servizio alternativo di trasporto con l’utilizzo di pullman. A questo proposito Il sindaco Giannetti ha chiesto di aumentare le corse che riguardano la Valle del Lucido, in particolare: «Non possiamo pensare di sostituire 15 corse dei treni che fermano nelle stazioni di Gragnola, Monzone ed Equi Terme con un solo bus la mattina e uno solo la sera, abbiamo la necessità di avere più corse durante la giornata che garantiscano ai residenti e ai tanti turisti di spostarsi con facilità. Chiediamo a Ferrovie di aumentare le corse prevedendo almeno altre due corse durante il giorno.»

Il sindaco prosegue il ragionamento più ampio sulla mobilità: «Augurandoci che questo sia l’ultimo anno di interruzione della linea Aulla-Lucca penso che abbiamo la necessità di lavorare su questa tratta per sviluppare il nostro territorio, bene che si intervenga a livello strutturale, ma il cambio di passo deve essere fatto a livello organizzativo. Questa ferrovia deve avere un’inclinazione maggiormente turistica, dobbiamo pensare ad una metropolitana di superficie che colleghi le nostre valli al mare in particolare alle 5 terre. Pensare di unire i parchi di mare con quelli di Appennino è la sfida del futuro per un consolidamento dei flussi turistici. Le Aree interne avranno nei prossimi anni molti finanziamenti legati alla mobilità dobbiamo puntare forte su questa opportunità, trasportare i turisti con un mezzo veloce e comodo per ampliare l’offerta ai milioni di turisti che oggi si riversano nel Parco delle Cinque Terre è l’obbiettivo per dare un grande futuro alla Lunigiana».