LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Giornata mondiale senza Tabacco, la Lilt in piazza con l’obiettivo sensibilizzazione

MASSA-CARRARA – La lotta al fumo è uno dei cardini fondamentali della Lilt. In occasione del 31 maggio, Giornata Mondiale Senza Tabacco promossa dall’Oms, la Lilt è protagonista di un’intensa mobilitazione, con la presenza nelle piazze, la distribuzione di materiale informativo e una forte campagna di sensibilizzazione. Anche l’Associazione Provinciale di Massa Carrara della LILT sarà attivamente presente martedì 31 maggio con il proprio gazebo davanti al teatro Guglielmi per dare il proprio contributo alla battaglia contro il fumo di sigaretta che è la maggiore causa dell’insorgenza dei tumori polmonari.

Il tumore del polmone è la seconda neoplasia più frequente negli uomini, e la terza nelle donne.

L’andamento dei tassi d’incidenza del tumore polmonare, registrato nelle aree Italiane coperte da Registri Tumori, è in leggero calo negli uomini e in aumento nelle donne: il dato è da ricondurre soprattutto alla maggiore abitudine al fumo nei soggetti femminili registrato dalla fine degli anni ’80.

Il tumore del polmone rappresenta la prima causa di morte per cancro negli uomini e la seconda nelle donne e anche per quanto riguarda il tasso di mortalità si conferma il trend in leggera diminuzione negli uomini e in incremento nelle donne.

In Italia il tasso di sopravvivenza a 5 anni è del 15% nel genere maschile e del 19% in quello femminile a causa dell’elevato numero di pazienti che ricevono una diagnosi ad uno stadio avanzato.

Nel corso della prima ondata della pandemia Covid 19 si è generato un preoccupante ritardo diagnostico per questa neoplasia, pertanto è necessario essere più incisivi nella  prevenzione primaria e secondaria nei confronti di questa malattia, considerando il dato che vede un aumento del tabagismo nei giovani.

Il tumore polmonare rappresenta inoltre un’ importante fonte di impegno economico per il nostro SSN: circa 2,5 miliardi di euro, tra costi diretti sanitari e costi indiretti e sociali.