Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Scultura live, gli studenti della scuola del marmo a Didacta 2022

La fiera si è tenuta dal 20 al 22 maggio presso la Fortezza da Basso a Firenze. Focus su innovazione tecnologia e sostenibilità ambientale

CARRARA – L’Istituto Professionale per il Marmo “Pietro Tacca”, in qualità di scuola appartenente alla rete nazionale Fibra 4.0 Industria e Artigianato per il Made in Italy, ha partecipato all’edizione di Didacta 2022 che si è tenuta dal 20 al 22 maggio presso la Fortezza da Basso a Firenze. La rete Fibra 4.0, individuata dal Ministero dell’istruzione, ha avuto a disposizione uno stand, uno spazio per l’esposizione e la lavorazione dal vivo, ma anche due spazi nella sala ad uso comune per la conduzione di altrettanti seminari.

Le due tematiche di fondo di questa edizione di Didacta sono state l’innovazione tecnologica e la sostenibilità ambientale. Nello stand si sono distinti, con esercitazioni dal vivo, oltre all’Istituto Tacca, anche l’Istituto Caselli di Capodimonte di Napoli, con il corso presso la Real Fabbrica di Ceramica e Porcellana Artistica, rappresentato dagli alunni seguiti dal professor Angelo Gargiulo, e la scuola di falegnameria Barolo di Varallo dell’Istituto Lancia di Borgosesia (scuola capofila di Fibra 4.0) con gli alunni accompagnati dal Dirigente Scolastico Prof. Carmelo Profetto e dal Prof. Roberto Multone.

Per l’Istituto Tacca ha partecipato una numerosa delegazione di studenti del triennio, accompagnati dalla dirigente scolastica, prof.ssa Ilaria Zolesi, e dai docenti proff. Michele Beggi, Luca Bertelloni, Donatella Nardi, Andrea Nicoli e Francesca Sandrini.

Gli alunni hanno eseguito delle lavorazioni artigianali alla presenza di un vasto pubblico, rispondendo alle numerose domande fatte dai visitatori della fiera. Inoltre, in un clima di fattiva collaborazione, si sono potuti cimentare sia con le lavorazioni di ceramica, seguiti dagli alunni dell’Istituto Caselli, sia con quelle di falegnameria insieme agli alunni della Scuola Barolo. A loro volta hanno seguito gli stessi alunni impegnati in alcune semplici sessioni di scultura e ornato.

I dirigenti scolastici Profetto e Zolesi hanno partecipato in qualità di relatori e moderatori, a due seminari grazie ai quali si è potuto porre l’attenzione sulla situazione attuale degli istituti professionali dopo la riforma degli ultimi anni, ma anche descrivere realtà degne di nota come quelle dei tre Istituti presenti a Didacta. La Scuola di falegnameria Barolo di Varallo viene riconosciuta sia per l’esclusività del corso al livello regionale sia per la potenziale apertura a un’utenza esterna al territorio.

I corsi quinquennali sulla lavorazione del marmo e della ceramica artistica rappresentano, invece, ancora oggi un’unicità nel mondo nel settore ordinamentale della formazione per il made in Italy, realtà, queste, che la rete Fibra 4.0 si propone di valorizzare in ogni contesto.