Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Ospedale Pontremoli, a giugno riprendono le visite endocrinologiche

L'Asl: «La nuova organizzazione vede al centro il paziente che potrà, senza spostarsi dalla zona di residenza, effettuare tutti gli esami necessari, compresi quelli strumentali»

PONTREMOLI – Partirà i primi di giugno la nuova organizzazione dell’endocrinologia che interesserà il territorio della Lunigiana e che permetterà di smaltire le liste di attesa garantendo la visita, l’ecografia e, se necessario, l’agoaspirato. “Nella zona della Lunigiana il pensionamento della dottoressa Giulia Manfredini aveva lasciato scoperto un servizio importante per la popolazione – sottolinea Maria Letizia Casani, direttore generale della Asl Toscana nord ovest  – che siamo riusciti a ricoprire grazie alla disponibilità di tutti, in un momento particolarmente difficile vista la carenza di medici che stiamo riscontrando in tutte le specialistiche. Il mantenimento del servizio endocrinologico è un altro tassello che si va ad aggiungere al disegno complessivo della sanità lunigianese”.

All’ospedale di Pontremoli l’attività specialistica di endocrinologia, coordinata dall’unità operativa di medicina della Lunigiana diretta dal dottor Lino Mori, sarà gestita dai medici, Angela Bertocchi (medicina Lunigiana), Luca Tomisti (medicina Apuane) e da David Viola (medicina Versilia) tutti specialisti in endocrinologia che, oltre alla visita, per contribuire alla riduzione delle attese della zona, potranno effettuare le indagini diagnostiche specialistiche (ecografie tiroide, agoaspirato di noduli della tiroide) sia al paziente ricoverato, sia al paziente ambulatoriale.

“La nuova organizzazione – spiega l’Asl – vede al centro il paziente che potrà, senza spostarsi dalla zona di residenza, effettuare tutti gli esami necessari, compresi quelli strumentali. Importante sarà anche la possibilità, da parte dell’endocrinologo, di attivare il day service specialistico che comprende anche i Pacc, cioè il gruppo di esami integrati dedicati alle diverse patologie endocrine, come ad esempio le malattie ipofisarie, le tumefazioni surrenaliche, ecc. La presa in carico attraverso il day service faciliterà il paziente evitandogli il ricorso ai diversi specialisti e contribuirà anche a diminuire i ricoveri impropri”.