Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Il saluto del presidente Gianni Lorenzetti al segretario generale Pietro Leoncini per il pensionamento

il 31 maggio 2022 termina il suo incarico presso l’amministrazione di Palazzo Ducale perché collocato in pensione dal mese di giugno

MASSA-CARRARA – Le comunicazioni al Consiglio Provinciale, che occupano da sempre il primo posto negli ordini del giorno, sono state dedicate nel corso dell’ultima seduta, al saluto e al ringraziamento che il presidente della Provincia di Massa-Carrara, Gianni Lorenzetti, ha rivolto al Segretario Generale dell’Ente, Pietro Leoncini, che con il 31 maggio 2022 termina il suo incarico presso l’amministrazione di Palazzo Ducale perché collocato in pensione dal mese di giugno.

«Ringrazio il Segretario Generale – ha detto il presidente Lorenzetti – per quanto fatto in questi anni in Provincia, cinque per la precisione. Ho avuto modo di constatare come, sia tra noi che nei comuni in cui ha ricoperto questa carica, ci sia un sentimento positivo nei suoi confronti e un grande riconoscimento per le capacità dimostrate e la piena disponibilità nei confronti di tutti. Anticipo che è mia intenzione, grazie alle mie prerogative come presidente, di continuare ad avvalermi delle competenze di Leoncini in chiave diversa, come Capo di Gabinetto, una figura utile e indispensabile di raccordo tra la parte politica e l’amministrazione, questo soprattutto alla luce del ruolo che stanno affermando le Province all’interno del panorama degli enti locali: sempre più complesso e sempre più importante, per ora con le competenze disegnate dalla riforma Delrio, che sono le stesse ma sempre più pesanti. Tutto questo in attesa della riforma del Testo unico degli enti locali che sta per approdare in Consiglio dei ministri, e che oltre a ridisegnare le Province, assegnando nuove competenze, opera anche sull’assetto istituzionale, prevedendo il ritorno degli assessori».

«Il pensionamento del Segretario rende necessario anche un riassetto organizzativo della nostra struttura. – ha concluso il presidente –  Infatti ricopre anche l’incarico di dirigente del Settore Amministrativo Istituzionale che passerà da giugno sotto la guida della dirigente del Settore Finanze e Patrimonio, Claudia Bigi, mentre uno dei servizi di quest’ultimo, quello Patrimonio e Fabbricati, per riequilibrare il peso tra i due dirigenti rimasti, passerà all’interno del Settore Tecnico, guidato da Stefano Michela. Tutto questo in attesa di una riorganizzazione della nostra struttura che riteniamo di poter operare nel 2023. Nel frattempo viene avviata presso il Ministero la procedura per la nomina del nuovo segretario».

Tornando al Segretario Generale ricordiamo le tappe principali della sua carriera: Pietro Leoncini ha due lauree, una in Scienze Politiche e una in Giurisprudenza, e prima di approdare a Palazzo Ducale è stato Segretario Generale nei comuni di Carrara, Aulla, Fivizzano, Licciana Nardi, Casola in Lunigiana, e nella Unione dei Comuni Montana della Lunigiana e precedentemente nella Comunità Montana della Lunigiana. È stato, infine, Direttore Generale nei comuni di Fivizzano e Licciana Nardi.