Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Via Francigena on foot, il ‘pellegrino della salute’ arriva a Massa-Carrara

L'iniziativa pensata per i 100 anni della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori con l'obiettivo di sensibilizzare sui benefici di attività fisica e corretta alimentazione percorrendo i 1000 chilometri che, lungo la Via Francigena, separano il Passo del Gran San Bernardo da Roma. La tappa apuana

MASSA-CARRARA – A partire dal 7 prossimo la Toscana sarà attraversata dall’evento che, nella persona (e nei “piedi”) dell’attore e regista Filippo Arcelloni, porterà l’importante messaggio di prevenzione Lilt a Pontremoli fino a Radicofani.

“Via Francigena on foot ”: questo il nome dell’originale iniziativa pensata per i 100 anni della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori, ha inteso sensibilizzare ai benefici di attività fisica e corretta alimentazione percorrendo i 1000 chilometri che, lungo la Via Francigena, separano il Passo del Gran San Bernardo da Roma. Nella capitale, che Arcelloni raggiungerà il 31 maggio in occasione della “ Giornata mondiale senza tabacco ”, l’artista piacentino consegnerà al presidente nazionale LILT un diario con i desiderata dei bambini incontrati lungo il percorso. Ma lungo la via, accompagnato per brevi tratti da volontari, amministratori locali, scolaresche e portatori d’interesse per il tema della prevenzione, Arcelloni raccoglierà anche impressioni, riflessioni e storie da rivocare in conferenze-spettacolo ad hoc da offrire alle sedi di tappa che lo desiderino.

Delle 40 tappe distribuite lungo le 6 regioni, le più numerose sono quelle toscane: ben 16. Ogni sezione provinciale o delegazione locale LILT accoglierà il “Pellegrino della salute” a suo modo, chi accompagnandolo, chi accogliendolo con un banchetto e chi, ancora, affiancandolo in un confronto con le istituzioni o persone interessate a saperne di più sull’iniziativa. Per tutti è invece online www.viafrancigenaonfoot.it , dove ogni giorno Arcelloni carica brevi video-diari che ne documentano i progressi nel cammino.

“Mi sottoporrò a un attento screening medico prima della partenza e dopo la conclusione del tragitto – spiega Arcelloni -. Lungo la Via mi atterò ad un attento e bilanciato regime alimentare e, in occasione di ognuna delle quaranta tappe, mi renderò disponibile a domande, interviste, approfondimenti. Parlerò della quotidiana e meritoria opera di LILT, descriverò personaggi e storie in cui mi sono imbattuto”.

“Le locali associazioni di Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori accoglieranno il ‘pellegrino’ Filippo e parteciperanno fattivamente all’importante e significativa iniziativa – osserva soddisfatto il referente regionale Lilt Eugenio Paci -. Colgo dunque l’occasione per invitare cittadini, studenti e volontari a condividere con noi e Arcelloni uno o più tratti della celebre Via che attraversa la nostra regione. Camminare, godere del paesaggio, apprezzare e recuperare la nostra comune, antica cultura sono infatti – ricorda Paci -, parte integrante della missione LILT: quella cioè di promuovere la salute e migliorare il nostro stile di vita. Qualcosa che prende le mosse da attività fisica e corretta nutrizione, e trova proprio nelle radici toscane – conclude – il destro per favorire prevenzione dalle malattie e benessere psico-fisico ”.

L’arrivo a Massa

In terra toscana la prima compagine LILT interessata dal pellegrinaggio sarà Massa Carrara che, con il suo presidente Pietro Bianchi e Romina Borracci, ha organizzato alcune iniziative per l’arrivo di tappa del 10 maggio prossimo, a partire dalle 17.00 in piazza Aranci. Ecco il programma: al suo arrivo, previsto in Piazza Aranci verso le ore 17.00, il pellegrino sarà accolto dalle volontarie e dai volontari dell’Associazione presso il gazebo appositamente allestito. È inoltre prevista una manifestazione di sbanderiatori e danze di personaggi in costume della “Associazione Antica Massa Cybea”.

All’interno del cortile del Palazzo Ducale, antistante Piazza Aranci, è in programma una conferenza-spettacolo del Pellegrino-teatrante sui temi della salute e della prevenzione alla presenza del Presidenter della Provincia Gianni Lorenzetti. L’evento sarà documentato dal videoreporter Angelo Iannatone che, insieme a Antonio Bertelloni chiederà a Filippo Arcelloni di raccontare i momenti più toccanti di questa esperienza.

A seguire un piccolo rinfresco offerto dal ristorante “Osteria Pertini”, che, anche in questa occasione, dimostra la sua consueta sensibilità.