Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Incidenza tumori aree Sin, il Cca dbr chiede i risultati dello studio della Regione

Dopo lo studio epidemiologico Sentieri, la Regione aveva avviato delle procedure per effettuare ulteriori rilevamenti. Il comitato chiede i risultati

MASSA-CARRARA – Il 23 novembre 2020 il Coordinamento Regionale Ambiente e Salute Coreas ha concluso il “Rapporto sullo stato di salute nei quattro siti di bonifica della Toscana”, (unico in Italia) con il quale sono stati aggiornati i risultati del V° studio epidemiologico  nazionale S.en.t.i.e.r.i. coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità e condotto insieme a molti altri soggetti. Lo studio epidemiologico ha rilevato che 1500 persone ogni anno muoiono prematuramente per il solo fatto di abitare nelle aree Sin (dichiarazione del presidente internazionale dei Medici per l’Ambiente – Isde) e che oltre 350.000 persone in Toscana (pari a circa il 10%) risiedono nei luoghi Sin; con il suddetto rapporto, sostanzialmente si conferma o, addirittura, in certi casi, si riscontra un peggioramento dello stato di salute delle cittadine e dei cittadini residenti in Toscana, rispetto a ciò che era emerso nel precedente Studio nelle quattro aree Sin della Regione.

Dopo la pubblicazione dello studio, la Regione Toscana aveva ritenuto necessario prevedere azioni regionali per il miglioramento della tutela ed il controllo della salute della popolazione e dell’ambiente nei comuni delle aree Sin della Toscana volte a: approfondire le conoscenze epidemiologiche della popolazione residente nelle aree Sin della Toscana; approfondire i dati storici e i dati attuali riguardanti le esposizioni ambientali della popolazione residente nelle aree Sin della Toscana; migliorare l’offerta dei servizi socio-sanitari territoriali; monitorare lo stato di avanzamento delle bonifiche e delle messe in sicurezza; realizzare eventi formativi per gli operatori sanitari; realizzare attività informative per divulgare ed interpretare i dati sanitari ed ambientali riguardanti le aree Sin.

In merito a questo il Cca dbr, con una lettera aperta e destinata alle istituzioni regionali, chiede: «se le suddette azioni regionali sono state attuate; nel caso siano state avviate, lo stato di avanzamento dei lavori relativi di ogni azione. Più nello specifico: se è stato avviato lo studio epidemiologico microgeografico di coorte nei quattro Sin toscani (Massa-Carrara, Livorno, Orbetello, Piombino); se è stato predisposto il Registro tumori, con copertura anche delle aree Sin; se si è provveduto al potenziamento del personale sanitario (ci risulta che anche nella stessa Cabina di Regia del Coreas la maggioranza dei membri designati non sia più attiva e da molti mesi non sono più stati svolti incontri)».