Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Il “Marconi” vice campione d’Italia nel Kangourou della Matematica Coppa Junior

Più informazioni su

CARRARA – Tra mercoledì 4 e giovedì 5 maggio, al Palazzetto dello Sport del comune di Cervia si sono disputate le finali nazionali della Coppa Junior, gara a squadre di matematica riservata ai ragazzi del primo biennio delle scuole medie superiori. Nella finale, organizzata dal Kangourou della Matematica, erano schierate 26 squadre, ognuna composta da sette ragazzi, in rappresentanza delle migliori scuole italiane per quanto riguarda la matematica del primo biennio. Come prima della pandemia, questa finale si è finalmente disputata “in presenza” sia dei giocatori che del pubblico, con tifo acceso dagli spalti durante tutti i 180 minuti di gara. Per la prima volta infatti la gara è stata disputata suddivisa in due manche ognuna di 90 minuti, la prima giocata nel pomeriggio di mercoledì e la seconda nella mattina di giovedì, dove si ripartiva dai punteggi raggiunti il giorno prima, ma dovendo risolvere una nuova tranche di problemi più difficili.

Il liceo scientifico Marconi, unica scuola qualificatasi della provincia di Massa-Carrara, e province limitrofe di La Spezia e Lucca, è sceso in campo con: Matteo Massa (capitano), Cecilia Cagetti (consegnatore), Giovanni Marcenaro, Paolo Marino, Andrea Cavalieri, Tommaso Benedetti e Patrik Scicolone, con prima riserva Yari Neofet.

Il Marconi chiudeva la prima manche in terza posizione con 673 punti dietro Tassoni di Modena con 825 e al Cassini di Genova con 694, inseguito dal Copernico di Brescia con 646 punti, il Nievo di Padova con 631 punti ed il Galileo Ferraris di Torino con 575 punti.

La seconda manche, con i modenesi che perdevano lo smalto del giorno prima sui problemi più difficili e con un cedimento dei bresciani, è stata caratterizzata da un testa a testa serrato a tre Torino, Genova, Carrara … o meglio Massa e Carrara visto che nelle file del Marconi ci sono anche ragazzi massesi tra cui il capitano. La gara diventa concitata e si decide negli ultimissimi minuti, con il Marconi ed il Galileo Ferraris che non azzeccano il loro ultimo problema al contrario del Cassini. La classifica finale emette la sentenza: oro al Cassini di Genova con 1213 punti ed una meritatissima medaglia d’argento al Marconi con 1159 punti che riesce a superare di un soffio il Galileo Ferraris di Torino, bronzo con 1154 punti.

Un caloroso applauso ai giovani apuani, una affiatata compagine che può certamente sperare di ottenere risultati ambiziosi anche nei prossimi anni.

Più informazioni su