Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Cartone e sacchetti della spazzatura in passeggiata: «Il sindaco permette tutto questo?»

Una cittadina si lamente del comportamento di un ristorante della zona: «Il decoro che è tanto caro a Persiani, ma non viene correttamente recepito dai suoi collaboratori, che nel risolvere situazioni private, si dimenticano del bene comune»

Più informazioni su

MASSA – «“La tutela dell’ambiente e del decoro urbano è una delle priorità di questa amministrazione comunale. firmato: Il sindaco di Massa Francesco Persiani. Leggo questa dichiarazione nel manualetto di Asmiu “La nuova era della raccolta differenziata”. Ma se la realtà è questa, siamo distanti anni luce da una nuova era». Questo è il pensiero di Ornella Bertacca, cittadina massese, sulla situazione legata alla raccolta differenziata di Asmiu e sulle iniziative per il decoro urbano a Massa.

«Infatti, mentre qualche sforzo si è visto nella sistemazione del centro città e di qualche piazza, in modo da creare una sorta di salotto buono di presentazione della città, [in una zona del centro città], la “passeggiata”, staziona perenne una discarica di carte e cartoni di un ristorante, nonostante un grosso bidone della carta sia disponibile dietro i fabbricati. A peggiore le cose, ora il posto si è arricchito anche di 2 nuovi bidoni, uno verde da vetro e uno marrone da organico inqualificabili, che mai si dovrebbero vedere in passeggiata, essendo già stati tolti da anni. – continua la cittadina – Tali bidoni sono il corollario della capanna in stile “favela sudamericana” che è stata eretta lì accanto, di cui non si conoscono licenze né, purtroppo, divieti. Il sindaco può avere anche buone intenzioni, ma allora chi lascia fare queste cose e taglia le gambe ad un’amministrazione che sembra si stia dando da fare per abbellire la città? La capanna del ristorante è un abominio per la passeggiata e la copertura di teli plastificati da auto è un’offesa al buongusto e al decoro, in qualsiasi luogo della città fosse posta».

«Nessuno le fa rimuovere: qualcuno le ha forse autorizzate? La discarica di cartoni sarà perenne ed ora anche i bidoni dell’organico, che a memoria d’uomo in passeggiata non si erano mai visti? Certo, Massa ha avuto dei bei record: la collezione di statue più brutta che si sia mai vista (Anubi, La Puppona e Maciste). Fortuna che sono rimasti Garibaldi e la Fontana dei Putti a evitarci il Guinness dei primati dell’obbrobrio indecente. – conclude – Qualcosa nel tempo è stato rimosso per fortuna, ma questo sconcio di fronte a un ristorante nel centro città riporta indietro lo stato di decoro che è tanto caro al sindaco, ma non viene correttamente recepito dai suoi collaboratori, che nel risolvere situazioni private, si dimenticano del bene comune».

Più informazioni su