Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Rinasce l’ex scuola di Bergiola Foscalina: diventerà un museo della memoria foto

Verrà trasformata in un edificio da dedicare al ricordo dell’eccidio del settembre 1944. Crudeli (Pd): «Grazie alla Regione Toscana»

CARRARA – “Grazie all’operato della giunta regionale, in particolare dell’assessora alla Cultura della Memoria Alessandra Nardini, e al buon lavoro del consigliere regionale del Partito Democratico Giacomo Bugliani, il Comune di Carrara ha ottenuto le risorse per ristrutturare la scuola di Bergiola”. Ha esordito così la capogruppo del Pd in Consiglio comunale Roberta Crudeli all’indomani dell’approvazione, da parte della giunta regionale, di una variazione di bilancio che prevede, tra le altre cose, un contributo di 500mila euro da destinare alla frazione carrarese. L’ex scuola verrà trasformata in un edificio da dedicare alla memoria dell’eccidio del settembre 1944.

“L’assessora Nardini ha mantenuto l’impegno assunto dalla Regione due anni fa, in occasione delle celebrazioni della strage – sottolinea Crudeli -. Grazie al suo lavoro, Bergiola avrà finalmente un luogo dedicato alla Memoria. Un risultato importantissimo, sia in un’ottica di restituzione ai cittadini di edifici simbolo della frazione, sia per il significato dell’opera che sarà realizzata. Il 16 settembre 1944 a Bergiola persero la vita 72 civili, quasi tutti donne, giovani e bambini. Quel giorno i tedeschi, fiancheggiati dai militi della quarantesima Brigata Nera di Carrara, rastrellarono gli abitanti del paese chiudendone una trentina nella scuola elementare alla quale diedero fuoco con i lanciafiamme. Stessa sorte riservata ad altri paesini che, rinchiusi nelle loro case, vennero bruciati vivi. Tra questi anche Vincenzo Giudice, maresciallo maggiore della Guardia di Finanza, il quale, peraltro, fu insignito di Medaglia d’oro al valor militare alla Memoria”.

“Fu una terribile strage nazi-fascista – conclude la consigliera del Pd – che tutti noi, istituzioni in primis, dobbiamo prenderci l’impegno di ricordare. Perché la Memoria è un valore enorme, da custodire e tramandare con la massima dedizione”.