Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Asl, Maria Letizia Casani confermata direttore generale: ok dalla Regione

La commissione Sanità del Consiglio regionale ha espresso parere favorevole alla nomina

TOSCANA – La commissione Sanità del Consiglio regionale ha espresso parere favorevole alla nomina dei direttori generali dell’Asl Toscana Nord-Ovest, dell’Asl Toscana Sud-Est e dell’Istituto per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica (Ispro). Si tratta di due conferme – Maria Letizia Casani all’Asl Nord-Ovest e Antonio D’Urso all’Asl Sud-Est – e di una nuova nomina, quella di Katia Belvedere, avvocato con lunga esperienza dirigenziale in Regione Toscana e da due anni direttrice amministrativa della Fondazione Monasterio, che succede a Gianni Amunni alla guida dell’Ispro.

La commissione consiliare è chiamata ad esprimere un parere, che non è vincolante, sulle nomine decise dal presidente della Regione. La votazione, espressa a maggioranza (tra i gruppi di minoranza posizioni diversificate, tra l’astensione e la non partecipazione al voto), è arrivata al termine delle audizioni dei tre candidati prescelti e della motivazione espressa direttamente dal presidente della Regione, che è intervenuto in apertura di seduta.

Per quanto riguarda i direttori generali delle due Asl, ha spiegato in commissione il presidente della Toscana, si è arrivati a questa scelta che privilegia l’aspetto della continuità, anche a seguito dell’apprezzamento bipartisan espresso da tanti sindaci dei territori interessati. Per quanto riguarda Ispro, che svolge un ruolo fondamentale per la prevenzione oncologica, a conclusione dell’ottimo percorso di Gianni Amunni si è pensato di puntare su un profilo differente e di affidare l’incarico ad una manager, puntando sulle sue competenze giuridiche per gestire il livello organizzativo, con il supporto del coordinamento e del comitato scientifico che avrà  oncologi di alto livello. Casani, D’Urso e Belvedere hanno illustrato diffusamente alla commissione l’attività svolta e le sfide del prossimo triennio, nel quale si svolgerà il loro nuovo mandato.