Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Da Avenza a Miami, la torta di riso spopola sui social nel giorno di San Marco foto

Ecco la ricetta del tradizionale dolce che allieta le tavole degli avenzini nella giornata del santo patrono della frazione. E per le strade tornano i banchi della fiera

Più informazioni su

AVENZA – Un 25 aprile che si attendeva da due anni ad Avenza: la tradizionale fiera di San Marco per le strade e la torta di riso in tavola. Dopo due anni caratterizzati dalle restrizioni covid le bancarelle non ci sono state, ma la torta di riso ha continuato ad allietare le giornate pur sottotono degli avenzini. È proprio questo dessert il principale protagonista all’interno delle mura domestiche.

Una giornata molto attesa, tanto che diversi avenzini hanno voluto, dalle prime ore della mattina, pubblicare sui social le foto delle “loro” torte di riso (ne pubblichiamo alcune in questo articolo) per condividere orgogliosamente con la community la propria prelibatezza. Sul gruppo Fb “Sei di Avenza se…” addirittura c’è chi ha postato quella che definisce “la torta di riso più lontana da Avenza”. Si tratta di Daniele che ha pubblicato la foto della torta realizzata da sua figlia Eleonora che vive a Miami in Florida.

Ma vediamo la ricetta della torta di riso (che poi ognuno all’interno delle mura di casa modifica con i suoi piccoli segreti): un litro di latte, 10-12 uova, un pizzico di sale, aroma di vaniglia, mezzo chilo di zucchero, scorza di limone grattugiata, un poco di sambuca (o altro liquore come lo Strega o il Sassolino, alcuni mescolano alchermes e sambuca per avere il tipico colore giallo), una manciata di riso appena scottato. Procedimento: le uova si mescolano con lo zucchero (non si sbattono), e i restanti ingredienti (tranne il riso). Si imburra una teglia, si sistema sul fondo il riso e ci si versa il tutto e si inforna a 160 gradi per circa un’ora e 15 minuti.

Una curiosità: la tradizione vuole che una buona torta di riso si riconosce dalla compattezza della crema, che deve essere “liscia” e lucida e, se presenta dei “buchetti”, anche se non è grave, non è venuta bene.

Più informazioni su