LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Carrara, slittano ancora gli spettacoli agli Animosi. Forti: «Rinviati causa pandemia»

Crudeli (Pd): «Una scusa per prendere un mese e mezzo di tempo?». Il sindaco: «Il teatro è a posto»

CARRARA – «Quando riapriranno il teatro e il ridotto degli Animosi?». Lo ha chiesto alla giunta la consigliera del Pd Roberta Crudeli nel corso del consiglio comunale di ieri sera, 31 gennaio. Dopo la scelta dell’amministrazione di collocare la stagione teatrale negli spazi del Garibaldi, in quanto ritenuto struttura più idonea per questioni legate alla capienza, la capogruppo del Partito Democratico è tornata a interrogare l’assessore Federica Forti sulle condizioni dello storico teatro di Carrara.

«Per quanto riguarda la programmazione al Teatro Animosi – ha spiegato in consiglio Forti -. abbiamo previsto quattro date che dovevano partire alla fine di febbraio, ma che invece sono state posticipate – causa pandemia – alla fine di marzo». Quando al Ridotto, struttura sulla quale i lavori sono partiti lo scorso maggio, il sindaco De Pasquale ha spiegato: «Per quanto mi risulta, sono in atto gli ultimi interventi di risistemazione, ma il grosso del lavoro è stato fatto. Stiamo valutando cosa collocare in quei locali, visto che si tratta di spazi che si rendono nuovamente disponibili alla collettività». E ha assicurato: «Contiamo di aprirli in tempi abbastanza ristretti».

Resta comunque un’interrogativo sulle condizioni degli Animosi, dal momento che l’assessore Forti, alla domanda secca di Crudeli («Ma quindi, il teatro è apposto?»), non ha risposto con un esplicito “sì”. «Ripeto – ha ribadito l’assessore – c’era una prima ipotesi relativa a quattro date. Dato che gli artisti e le compagnie ci hanno suggerito, data la situazione nazionale, di evitare date troppo vicine, e trattandosi di investimenti economici significativi, abbiamo deciso di aspettare un mese in più». Al che Crudeli ha azzardato l’ipotesi: «Non è che la pandemia è una scusa per prendere un mese e mezzo di tempo?». Nel silenzio di Forti, alla fine a fare chiarezza ci ha pensato De Pasquale: «Il teatro è a posto», ha assicurato il sindaco.