Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Al Parco dei Mirti una panchina rossa contro la violenza di genere

Più informazioni su

MASSA – Anche a Mirteto, una panchina rossa contro la violenza sulle donne. Prosegue il progetto “Panchina rossa – No violenza” partito un anno fa dalle associazioni Eventi sul Frigido, Insieme e Rete Antiviolenza Massa al fine di sensibilizzare grandi e piccini al valore del rispetto e alla non violenza. Il progetto ha trovato proseliti, tanto che nel 2021 sono state inaugurate sul territorio comunale ben dieci panchine. Quella di Mirteto è la prima di questo 2022, simbolo ritenuto necessario dall’ideatore, Marco Alberti, scrittore e operatore culturale, e dell’associazione Croce oro – parco dei Mirti che gestisce il parco pubblico di Mirteto, luogo dove sarà inaugurata la panchina domenica 30 gennaio alle 12.15.

«La panchina rossa – spiega Alberti – sarà inaugurata nel ricordo e dedicata alle donne vittime di violenza e femminicidio aderendo al progetto “Panchina Rossa – No alla violenza”. Non solo il 25 novembre, giornata internazionale per la eliminazione della violenza sulle donne, non solo l’8 marzo, giornata internazionale della donna, ma ogni giorno, ogni data è valida per sensibilizzare la cittadinanza, a ricordare le donne che hanno subito violenza e che per mano dell’uomo hanno lasciato questo mondo. Ci sarà bisogno di educare ed informare ancora con più determinazione e non dimenticare questa drammatica piaga».

L’iniziativa sarà alquanto snella, a norma con le misure anti-covid. Aono previsti i saluti di Marco Alberti, di un rappresentante dell’amministrazione cittadina, di Don Stefano Lagomarsini, parroco della Pieve di San Vitale e di Daniele Tarantino presidente della associazione Insieme. Ci saranno gli interventi della consigliera provinciale di parità, Diana Tazzini, Angela Maria Fruzzetti, giornalista e scrittrice in rappresentanza delle associazioni Eventi sul Frigido e R.A.M., ideatrice e curatrice del progetto “Panchina rossa” e di Claudio Simonini presidente della associazione Croce Oro, che ha in gestione il parco stesso e ha seguito i lavori. Per l’occasione saranno messi a dimora alcuni arbusti di mirto gentilmente offerti dal vivaio Il Melograno di Marina di Massa, i cui dirigenti hanno pienamente sposato il carattere sociale dell’evento.

«Ringrazio Marco Alberti e Claudio Simonini – chiosa Angela Maria Fruzzetti – per aver condiviso il nostro progetto. La panchina rossa rappresenta un monito contro la violenza, una forma di prevenzione che invita ad una profonda riflessione». Dunque, anche al Parco dei Mirti potremo ammirare e accomodarci sulla panchina rossa, dando continuità al progetto già realizzato in molti altri luoghi della città. Essa rappresenta simbolicamente un posto occupato dalle donne che non ci sono più, a testimoniarne la loro presenza nella mancanza. L’accesso al parco sarà da via della Pieve e da via Sala.

Più informazioni su