Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

“L’Angolo di Natale 2021”, vince la vetrina della “Corale Santa Cecilia” in via Cavour foto

Secondo classificato l’allestimento realizzato dal Centro diurno Alzheimer, a Gravagna Montale il terzo premio

Più informazioni su

PONTREMOLI – Presepi, luminarie, addobbi e tanto calore. Si potrebbe riassumere così la quinta edizione de “L’Angolo di Natale 2021”, il concorso a premi indetto dal Comune di Pontremoli e mirato a rendere più caldi ed accoglienti scorci, vie, vetrine e frazioni del nostro territorio illuminandoli a festa in occasione del Natale. Un’edizione un po’ in “sordina” visto anche il clima sommesso con cui negli ultimi due anni si sono vissute le festività, anche considerando l’aumento di casi che proprio nell’ultimo mese ha interessato l’intero territorio nazionale, ma che ha comunque regalato un po’ di calore e di positività agli angoli che hanno partecipato al contest.

La commissione, composta da esperti nel mondo dell’arte, della cultura e della fotografia, hanno visionato tutte le location decretando i primi tre classificati ma con l’idea di premiare tutti i partecipanti viste le belle opere realizzate. I giudici Luciano Preti, presidente della Commissione, Giovanni Liuzzi, Leonardo Musetti, Maria Grazia Angella e Iolanda Enrione, mantenendo le norme vigenti in termini di distanziamento, si sono recati in ogni location, dove hanno espresso il proprio insindacabile giudizio sui lavori svolti dai sette concorrenti. E questo è stato il risultato finale.

Sul gradino più alto del podio è salita la “Corale Santa Cecilia”, che ha realizzato l’allestimento di una vetrina in via Cavour; spartiti, una tavola ben apparecchiata, candele, luci fanno bella vista dall’esterno, con una scritta che è un invito a tutti i passanti “Aggiungi un posto a tavola… e canta con noi”.

Secondo classificato l’allestimento realizzato dal Centro diurno Alzheimer di Pontremoli. Un angolo a cui hanno lavorato le operatrici del centro, ma soprattutto gli ospiti: Babbo Natale che scende dal camino, l’albero dei desideri ed una comoda poltrona. Il tutto, o quasi, realizzato con materiali di riciclo e lavorato proprio dagli anziani ospiti.

Gravagna Montale si aggiudica il terzo premio. Il presepe allestito sull’antico lavatoio, l’acqua che scorre fresca e limpida, i ponti realizzati a mano, la grotta creata con pietre, la tradizione che rivive e che continua ad affascinare. Senza dimenticare gli addobbi posti lungo il paese, a ricreare un’atmosfera magica e calorosa.

Questi i tre vincitori ufficiali della quinta edizione de “L’Angolo di Natale”, seguiti a ruota dall’Istituto Penale per i Minorenni, dall’RSA di Porta Parma, dalla Pro Loco del Piagnaro “Mani e Menti” e dal negozio “Passione Caccia e pesca” di via Ricci Armani.

Ad ognuno di loro andrà un premio che va a riconoscere l’impegno ed il desiderio di contribuire a rendere più bella e luminosa la città, nonostante la situazione che si sta vivendo a livello generale.

Una menzione speciale per il presepe del Cral Dipendenti Ospedalieri di Pontremoli che, come ogni anno, ha realizzato l’opera all’entrata del presidio come simbolo di speranza e di rinascita in un periodo difficile come quello che l’umanità intera sta attraversando.

La premiazione ufficiale, proprio a causa della situazione pandemica, non può essere programmata con certezza. Ma non appena possibile verrà comunicata una data certa a tutti i partecipanti.

«“L’Angolo di Natale” è un concorso a premi che si prefigge l’obiettivo di incentivare tutta la Città ad adottare un angolo, un luogo, una vetrina, un paese, per renderlo luminoso, bello, per far sì che trasmetta tutto lo spirito che il Natale regala a tutti coloro che lo vivono e lo attendono con molta gioia – ha commentato il vicesindaco Clara Cavellini -. La speranza è quella che, per la prossima edizione, il clima, e non mi riferisco solo alle condizioni meteorologiche, sia più accogliente e che tutti sentano il desiderio di “adottare” il proprio angolo per donare un tocco in più di bellezza, fascino, magia alla nostra Pontremoli».

Più informazioni su