Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Buonarroti, la soddisfazione del M5s: «Investimento più importante di sempre su una scuola di Carrara»

Il gruppo consigliare: «Salgono a 26 gli edifici scolastici su cui questa amministrazione ha effettuato importanti interventi tra adeguamenti, efficientamento e messa in sicurezza»

CARRARA – “La scuola media Buonarroti, costruita negli anni 70, sarà demolita e ricostruita, grazie ai 7 milioni di euro che l’amministrazione si è aggiudicata nell’ambito dei fondi Pnrr”. Il gruppo consigliare del Movimento 5 Stelle Carrara torna sul progetto di ricostruzione del complesso scolastico Buonarroti presentato nei giorni scorsi dall’assessore alle opere pubbliche Andrea Raggi. “Un progetto predisposto appositamente per andare alla ricerca delle ingenti risorse necessarie ad edificare una nuova scuola che oggi – continua il gruppo-  ha portato al raggiungimento dell’obiettivo  e Marina di Carrara vedrà sorgere un nuovo edificio in grado di ospitare fino a 275 alunni”.

“Si tratta di un ulteriore intervento – aggiunge il M5s – che riguarda un edificio scolastico e che si accoda agli altri già eseguiti da questa amministrazione, diventando l’investimento più importante di sempre della nostra città su un edificio scolastico, superando così il precedente record di oltre 3 milioni di investimento per la scuola elementare Giromini che sarà restituita alla città, dopo oltre un decennio di abbandono.  Per la Buonarroti sarà necessario aspettare un po’ di più, ma entrambe saranno finalmente scuole moderne, ecologiche, accessibili e sicure, con spazi adeguati per tutte le attività didattiche e complementari incluse le attività sportive. Con questo intervento salgono a 26 gli edifici scolastici su cui questa amministrazione ha effettuato importanti interventi tra adeguamenti, efficientamento e messa in sicurezza. Anche per la scuola media Buonarroti, come per altri interventi, sono state fatte adeguate valutazioni relativamente a costi/benefici fra interventi necessari ad adeguare la struttura esistente e procedere a nuova edificazione, passando alla progettazione una volta rilevato che proprio la nuova edificazione fosse la strada migliore è che il progetto avrebbe permesso la ricerca di finanziamenti”.

“Anche in questo caso – sottolineano poi dal Movimento – come in molti altri (non da ultime la scuola Giromini e la sala Amendola di Avenza) l’amministrazione ha a nostro avviso agito in maniera corretta, portando a termine una serie di attività che permettessero di garantire soluzioni definitive ed edifici efficienti da consegnare alla città, definendo progettazioni ed interventi in linea con questa visione. Grazie a questa amministrazione gli edifici scolastici sono oggetto di interventi di adeguamento ed efficientamento che si susseguono fin dal nostro insediamento. Un’azione della quale ci sentiamo fieri perché ha permesso di mettere in campo attenzione e cura verso tutto il patrimonio scolastico comunale, così come non erano mai state garantite da nessuna delle precedenti amministrazioni”.