Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Albiano Magra, oltre il danno la beffa: persi tre milioni di risarcimento. Il servizio a Striscia la Notizia

Riflettori di nuovo accesi sulla situazione delle imprese danneggiate dal crollo. La deputata del Pd Martina Nardi: «Decaduto il mio emendamento, il Governo non ha fatto il suo dovere»

ALBIANO MAGRA – Non è la prima volta che Striscia la Notizia dedica un servizio alla situazione di Albiano Magra dopo il crollo del ponte avvenuto l’8 aprile 2020, in pieno lockdown. Un episodio che ha causato disagi infiniti ai cittadini e agli esercenti della zona i quali adesso, oltre alle difficoltà logistiche, sono costretti a subire anche la beffa del mancato risarcimento. Ma riavvolgiamo il nastro. A luglio 2020 il Consiglio Regionale ha dato il via libera a 150mila euro da destinare alle imprese danneggiate dal crollo. Di questi, tuttavia, ne sarebbero arrivati soltanto 28mila. Sembra infatti che il bando presentasse una serie di vincoli per cui non tutte le attività hanno potuto presentare richiesta. Ed anche dei tre milioni di euro a fondo perduto, previsti in un emendamento approvato a dicembre 2020 dalla commissione Bilancio della Camera, per il momento non si è vista nemmeno l’ombra.

Gli unici contributi concreti sono arrivati dal Comune di Aulla, che ha provato a fare la sua parte. Il sindaco Roberto Valettini, intervistato dall’inviata Chiara Squaglia, ha spiegato come l’amministrazione sia andata incontro agli esercenti attraverso ristori per circa 25mila euro e tutti gli sgravi per la Tari. Ma per quel che riguarda gli aiuti dallo Stato, la strada è ancora in salita. Lo ha spiegato, sempre ai microfoni del tg satirico, la presidente della commissione Attività Produttive della Camera Martina Nardi: “Ad oggi non c’è ancora il decreto attuativo, ciò significa che il Governo non ha ancora fatto il suo lavoro. Abbiamo bisogno che questa risposta arrivi e con molta celerità, perché entro il 31 dicembre dovrà concretizzarsi. Se questo non succede, il lavoro parlamentare che è stato fatto va al macero”. Un rischio che alla fine si è concretizzato. La deputata del Pd, infatti, ha spiegato in un secondo momento in un post Facebook: “Da mesi cerco di dare attuazione al mio emendamento che prevede un indennizzo alle attività produttive Albiano. Purtroppo il governo non ha fatto il decreto attuativo e così l’emendamento è decaduto. Ringrazio Striscia la Notizia per lo spazio che mi ha dedicato, sono amareggiata e delusa, ma ci riproverò”.