Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Acqua non potabile nella collina massese, Gaia: «Eccesso di cautela? Semplicemente agito con responsabilità»

Il gestore idrico: «Torniamo a pretendere una corretta informazione, essendo il tema della salute pubblica centrale per l'interesse collettivo»

MASSA – “Nel rinnovare il nostro dispiacere per i disagi sostenuti dai cittadini coinvolti, torniamo a pretendere una corretta informazione, essendo il tema della salute pubblica centrale per l’interesse collettivo”. Esordisce così in una nota il gestore idrico Gaia Spa a proposito della situazione di non potabilità nelle colline di Massa.  “Una volta smentita la diffusione di false notizie in merito ad uno sforamento di parametri – proseguono da Gaia – che non c’è stato, leggiamo adesso affermazioni diametralmente opposte in merito ad un asserito “eccesso di cautela”. Ricordiamo che in materia di salute pubblica e ambientale sussistono rigide procedure in base alle quali, in presenza di determinate condizioni, scattano indagini su determinati parametri. In tali casi le scelte del gestore devono essere guidate dal principio di “precauzione” ormai imposto anche dall’unione europea. “Precauzione” significa, in presenza di situazioni di necessità e urgenza, attivarsi immediatamente ponendo in essere tutte le scelte necessarie per prevenire un rischio, anche solo potenziale, con l’obiettivo unico di proteggere la salute dei cittadini. Se il rischio non si verifica, non significa eccesso di cautela, ma avere agito con la dovuta responsabilità”.

“La Asl locale – chiude il gestore – è costantemente informata di tutti i passaggi della procedura in atto e nell’attesa dei risultati delle ultime analisi necessarie, invitiamo alla massima collaborazione nella diffusione di informazioni, che possono essere reperite nei nostri canali ufficiali”.