Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Incidente fra bus a Carrara, At: «Mezzi troppo vecchi, pronto piano straordinario da 40 milioni»

Il gestore torna sull'accaduto. «L'autista rimasta coinvolta, dopo le visite in Ospedale e tutti gli accertamenti, è stata dimessa con una prognosi di sette giorni»

CARRARA – Non ci sono state conseguenze gravi, fortunatamente, a seguito dell’incidente di questa mattina al capolinea di Carrara tra due autobus di Autolinee Toscane (qui la notizia). A tornare sull’accaduto è lo stesso gestore di Tpl attraverso una nota nella quale si chiarisce che “l’autista rimasta coinvolta, dopo le visite in Ospedale e tutti gli accertamenti, è stata dimessa con una prognosi di sette giorni e riportata alla propria abitazione da un rappresentante di Autolinee Toscane, che le è stato vicino fin dai primi momenti dell’incidente”.

Il gestore torna poi sulla dinamica dell’incidente: “Il bus extraurbano, colore azzurro, è arrivato al capolinea ed è stato parcheggiato. La autista è poi scesa dal mezzo. Dietro di esso stava parcheggiando un altro bus, linea urbana, colore arancione, il cui autista accortosi che il bus davanti si stava muovendo all’indietro ha allertato a voce la autista, la quale corsa verso il mezzo in movimento ha aperto la portiera anteriore sinistra per risalire a bordo e bloccare il bus. Non vi è però riuscita ed è stata spinta dall’interno della portiera aperta contro il palo di una insegna stradale ed è caduta seduta in terra. Il bus azzurro all’indietro ha così sbattuto con il retro contro il davanti del bus arancione. Entrambi i mezzi hanno riportato danni che ne impediranno l’utilizzo per diversi giorni. Il bus azzurro è al momento presso l’officina del deposito di via Catagnina a Massa per tutti i controlli. L’azienda ha già avviato una propria indagine interna, affidata anche a una ditta esterna, per verificare ogni particolare dell’accaduto”.

“Come ricordano i rappresentanti dei lavoratori – proseguono da At – la situazione del parco mezzi a Massa Carrara è particolarmente complicata data l’età media dei bus che è superiore ai 15 anni contro una media toscana di 12 e una media europea addirittura di 6 anni. Per questo motivo Autolinee Toscane, appena subentrata nella gestione del Tpl, ha varato un piano straordinario per acquistare nuovi bus anticipando di due anni l’investimento previsto dalla gara: 200 per un totale di 40 milioni di investimento. A fianco a questo Autolinee Toscane sta anche predisponendo un piano straordinario di manutenzione strutturale di tutti i mezzi che ci consentirà di avere a disposizione bus più affidabili di quelli ereditati dai precedenti gestori”.

“Quanto alla questione Capolinea di Carrara – chiude il gestore – Autolinee Toscane ribadisce la propria disponibilità a concordare con il Comune di Carrara la soluzione più idonea per la città e i suoi abitanti e visitatori”.