Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«Aiuti alle imprese di Albiano Magra, senza l’adozione del decreto il fondo non si sblocca»

Il deputato di Italia Viva Cosimo Ferri torna a sollecitare il Ministero: «Il Governo dovrà anche destinare più risorse nel fondo istituito, se intende concretamente aiutare le imprese in difficoltà»

MASSA-CARRARA – Aiuti dal Ministero per favorire la sopravvivenza delle imprese di Albiano Magra. E’ la richiesta che il deputato Italia Viva Cosimo Ferri ha fatto lo scorso 23 novembre attraverso un’interrogazione ai Ministri dell’Economia e delle Finanze e dello Sviluppo Economico per sollecitare l’adozione del decreto previsto dal comma 202 dell’unico articolo della c.d. legge di bilancio, necessario per rendere applicabile la previsione dei contributi a fondo perduto, di cui al comma 201 della medesima disposizione, in favore delle imprese non industriali, con sede legale o unità produttiva nei comuni in cui si sono verificati, nel corso dell’anno 2020, interruzioni della viabilità causati da crolli di infrastrutture stradali rilevanti per la mobilità territoriale.

“La concreta erogazione di tali contributi – spiega Ferri – è necessaria per assicurare la sopravvivenza economica, tra l’altro, delle imprese ubicate nel territorio di Albiano Magra, frazione del Comune di Aulla (MS), che, a causa del crollo del locale viadotto, verificatosi in data 8 aprile 2020, e della conseguente totale interruzione del traffico veicolare, hanno subito – e sono destinate a soffrire ulteriormente, fino alla effettiva ripresa del traffico, una volta ricostruito il viadotto – una sostanziale paralisi delle relative attività economiche, con drammatici effetti sul tessuto socio economico di riferimento. In assenza del decreto attuativo, la previsione normativa astratta del fondo è destinata a rimanere lettera morta”.
“Occorre, quindi – chiude il deputato – che il decreto ministeriale sia adottato senza ulteriore indugio, in modo da rendere possibile lo sblocco del fondo e un effettivo sostegno alle imprese che hanno avuto disagi e che tutt’ora risentono dei gravi effetti economici negativi connessi al crollo di infrastrutture stradali. La norma è applicabile non solo per Albiano Magra ma per tutto il territorio nazionale quindi il Governo dovrà anche destinare più risorse nel fondo istituito se intende concretamente aiutare le imprese in difficoltà. Inoltre va sollecitata la Regione Toscana a destinare le risorse promesse alle imprese. Per ora non si sono viste, seppur più volte annunciate”.