Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Montata e collaudata la pista di atletica indoor a Carrarafiere. «Un sogno che si realizza» foto

Entro fine mese la prima gara. Le parole del presidente della Fidal Toscana Alessandro Alberti e dell'assessore allo Sport, Andrea Raggi

MARINA DI CARRARA – Il conto alla rovescia atteso da tanto tempo sta per terminare. Sono quasi completati i lavori di installazione della pista indoor presso il Padiglione C di Carrarafiere a Marina di Carrara. Nella giornata di ieri, domenica, circa 30 atleti dell’Atletica Alta Toscana, dell’Atletica Uisp Marina di Carrara e di altre società toscane hanno effettuato un allenamento test sull’anello di 160 metri che, fino al 2018, veniva installato presso il Mandela Forum di Firenze e che è stato trasferito e montato a Marina di Carrara.

I lavori si completeranno la prossima settimana con l’arrivo e l’installazione del nuovo rettilineo centrale per le gare di velocità acquistato con un importante investimento da parte del Comitato Regionale Toscano della Fidal. La prima gara con l’inaugurazione ufficiale alla presenza delle autorità civili e sportive sarà programmata nella settimana fra Natale e Capodanno (la data sarà definita nei prossimi giorni) e, successivamente, il calendario di Carrara Indoor proseguirà con una decina di manifestazioni per tutte le categorie che saranno programmate nel mese di gennaio e nella prima settimana di febbraio. A Carrara si potranno svolgere tutte le gare di corsa e marcia indoor, getto del peso e salto in alto, mentre le gare di salto in lungo, salto triplo e salto con l’asta per il 2022 continueranno a svolgersi nell’impianto indoor dell’Asics Firenze Marathon Stadium, (dove, saranno, programmate anche gare di velocità, ostacoli e salto in alto).

“È una grande soddisfazione – ha dichiarato il presidente regionale Alessandro Alberti, presente all’odierno allenamento test – vedere che il sogno di Carrara Indoor sta per diventare realtà. L’atletica toscana avrà nuovamente a disposizione un impianto indoor con anello che potrà essere molto utile anche per tutti gli atleti del nord ovest dell’Italia. Il periodo di utilizzo, più lungo rispetto al passato, consentirà agli atleti di potersi preparare adeguatamente ai vari campionati italiani Indoor. Voglio ringraziare il Comune di Carrara e in particolare l’assessore allo sport e ai lavori pubblici Andrea Raggi che ha creduto fin dall’inizio in questo progetto lavorando in stretta sinergia con la Fidal Toscana. Ma è doveroso ringraziare anche Alessio Piscini che,nel precedente mandato da presidente regionale aveva intrattenuto i primi contatti con l’Amministrazione comunale e con la dirigenza di Carrara Fiere e, addirittura, aveva anche dato il via al trasloco della pista (poi l’iter si era bruscamente interrotto per l’arrivo della pandemia covid-19); e ancora il segretario regionale Massimiliano Santangelo che sta coordinando tutta la parte organizzativa e amministrativa, i dipendenti del Comitato regionale Alessio Mavilla e Daniele Caputo che, oltre a essere la “memoria storica” dell’impianto indoor, sono stati determinanti per re-installare correttamente l’impianto e saranno fondamentali per la gestione organizzativa delle manifestazioni; Marco Innocenti, responsabile regionale impianti, per il suo competente supporto, e Marco Ponzanelli che è stato sempre presente in queste ultime settimane di montaggio e che sarà indispensabile per la gestione informatica delle manifestazioni, oltre a tutti coloro che hanno lavorato e lavoreranno per trasformare il sogno Carrara Indoor in realtà. Un ringraziamento particolare va però a Ernesto Lunardini, delegato provinciale Fidal di Massa, che è il vero deus ex machina di questa operazione . La Toscana ritorna, infatti, ad avere un impianto indoor con anello grazie alla sua caparbietà, al suo Impegno e alla sua competente disponibilità”.

“Carrara Indoor non è solo una importante manifestazione sportiva – ha aggiunto l’assessore allo sport e ai lavori pubblici Andrea Raggi – è anche il coronamento del sogno di vedere finalmente a Carrara una pista di atletica dentro la Fiera di Carrara nonché un altro passo importante per arrivare a un padiglione sportivo permanente in collaborazione con il Coni. Ci abbiamo creduto assieme a tutti gli attori dell’atletica locale, regionale e nazionale al Coni e alla Fiera di Carrara, nonostante il covid e tutti i problemi conseguenti. Oggi percorrere quell’anello è stata per me un’emozione davvero grande. Adesso sulla pista andranno i giovani atleti, noi cominciamo a lavorare per ripetere l’anno prossimo questo successo”.