Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

«Aulla-Carrara, corse saltate e infiniti disagi. Il trasporto pubblico locale è da Medioevo»

La lettera di una cittadina: «Una situazione indecente. Per fare brevi tragitti ci sono bus nuovi, per le corse a lunga percorrenza ci sono corriere da mandare al macero»

LUNIGIANA – “E’ cambiata la compagnia del trasporto pubblico ma i disagi sono peggiorati”. A denunciarlo è una cittadina, Donatella Visconti, che segnala come nella mattina del 10 dicembre, Ad Aulla, i passeggeri hanno aspettato invano il bus delle 7.55 che porta a Carrara. “Dal 2 novembre è già successo 3 volte. Senza contare i ritardi. Quelli sono all’ordine del giorno. C’era un freddo cane, perché sono 10 anni che in piazza dove c’è il capolinea dei pullman, non c’è un riparo, c’è solo degrado e sporcizia. Durante la precedente campagna elettorale il sindaco aveva promesso un miglioramento del capolinea ma non è cambiato nulla. Oltre a me c’erano altre persone. Una ragazza ha saltato la lezione all’ Accademia, una aveva appuntamento all’ospedale ecc. Non c’era un autista, non c’era nessun punto di riferimento dove poter chiedere informazioni. La ragazza del centralino, alquanto risentita, può solo inoltrare un reclamo. E’ il terzo che ho presentato in 15 giorni, ma il pullman è sempre vecchio, sporco, ci piove dentro, l’autista deve chiudere la porta a mano.  Una situazione indecente. Per fare brevi tragitti ci sono bus nuovi, per le corse a lunga percorrenza ci sono corriere da mandare al macero, che al mattino non vanno il moto, perché mi è stato detto che a Pontremoli c’è il ghiaccio, c’è freddo. Siamo in inverno, il clima sarà cosi per tutta la stagione”.

“Dopo vari tentativi – prosegue Donatella – chiamiamo il numero verde. Ci risponde una ragazza gentile, ma non conosceva nemmeno il numero della linea di cui abbiamo chiesto lumi. Il video che dava notizie degli orari non è più attivo. I bus a lunga percorrenza che dalla Lunigiana vanno al capoluogo sono rischiosi. Un vero calvario. In tutti questi anni nessuna amministrazione si è mai impegnata a migliorare le condizioni di chi deve raggiungere per lavoro o altro i comuni limitrofi. Ora le regole anti covid dicono che i bus devono essere sanificati ogni giorno,
quello del mattino è sempre sporco come lo erano quelli della vecchia compagnia. Gli orari sono ballerini, ogni giorno si sa di corse che saltano. Siamo alle soglie del 2022 ma il trasporto pubblico locale è da medioevo , gli utenti sono trattati come bestie e nessuno fa niente per migliorarlo, nemmeno le compagnie straniere. In tal senso ho avviato una raccolta firme e ho avvisato ho segnalato i disagi ai comuni di Aulla e Pontremoli. In questo mese ho cercato di contattare chi si occupa dei trasporti presso Unione dei comuni, ma invano. E’ sempre assente. Anche questa è una vergogna”.