Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Neve sulle piste, Zum Zeri apre gli impianti il 18. A Cerreto Laghi si scia da sabato 11 ma con green pass foto

Sempre per sabato 11 è fissata anche l’apertura degli impianti a Santo Stefano d’Aveto, dove la neve ha raggiunto i 40 centimetri in quota e i 10 in paese

LUNIGIANA – La neve sta cadendo copiosamente su tutto il Nord Italia e gli impianti sciistici hanno già aperto in molti comprensori alpini nelle scorse settimane. Con le precipitazioni degli ultimi giorni il countdown è quasi concluso anche sugli Appennini settentrionale e anche le località sciistiche che circondano il Golfo sono pronte ad accendere i motori di seggiovie, gatti delle nevi e cannoni spara neve.

A Zum Zeri il campo scuola è stato aperto già nella giornata di oggi e lo stesso avverrà nel corso del fine settimana alle porte, mentre gli impianti “dei grandi” saranno messi in azione a partire dal 18 dicembre. “In quota la neve è caduta copiosamente, ce ne sono circa 40 centimetri, mentre al passo siamo sulla ventina. Come altrove i fiocchi sono un po’ umidi, ma sulle piste dopo il freddo che ci sarà nelle prossime notti le condizioni saranno comunque ottimali per ritornare a divertirsi su sci e snowboard”. Lo afferma a CDS Maurizio Viaggi, gestore degli impianti che salgono dal Passo dei Due Santi sino alla vetta del Monte Fabei.

Bisognerà attendere invece solamente sino a sabato 11 dicembre per l’apertura delle seggiovie di Cerreto Laghi. “Abbiamo posticipato l’apertura di qualche giorno per migliorare ulteriormente le piste con la neve programmata a integrazione di quella naturale viste le temperature favorevoli dei prossimi giorni. Probabilmente riusciremo ad aprire anche la Nuda“, comunicato i gestori, che raccomandano di acquistare lo skipass giornaliero online per ridurre code e assembramenti e che sottolineano che sugli impianti del comprensorio si potrà salire se in possesso del green pass base.

Sempre per sabato 11 è fissata anche l’apertura degli impianti a Santo Stefano d’Aveto, dove la neve ha raggiunto i 40 centimetri in quota e i 10 in paese. Sulle strade sono già in azione mezzi spargisale e spazzaneve e ci si prepara ad aprire tra tre giorni le linee di Prato Cipolla e Monte Bue.

Grande attenzione viene dedicata alle modalità di accesso alle strutture, definite per decreto in base alla tipologia di green pass di cui si è in possesso, al colore della zona sotto il profilo sanitario e ai differenti modelli di impianti di risalita (ma tanto a Cerreto quanto a Zeri non sono presenti cabinovie od ovovie).
In base alle disposizione ministeriali le piste potranno restare aperte ovunque nel periodo natalizio tranne che in eventuali zone rosse.
In zona bianca, gialla e arancione senza green pass non si sale su funivie, seggiovie e cabinovie coperte.
In zona bianca e gialla chi è senza green pass base può prendere skilift e seggiovie aperte, che in arancione sono permesse solo a chi ha il pass rafforzato.