Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Il trionfo di Davide Tassi: il pugile massese è ancora campione italiano foto

«È stata dura, il mio avversario combatteva in casa con il tifo a favore inoltre ho accusato dei problemi alle mani, che grazie alla preparazione mentale e fisica sono riuscito a superare, portando a termine l'incontro con successo»

Più informazioni su

MASSA – È di ritorno in queste ore da Torino, il tre volte campione italiano dei pesi piuma di pugilato Davide Tassi, fresco della vittoria di ieri sera. Prima di ricevere il meritato abbraccio di familiari e amici, la “piuma delle Apuane”, com’è stato ribattezzato, ha in programma un check-up completo per verificare le condizioni fisiche, dopo un incontro che lo ha sempre visto in vantaggio durante le dieci riprese ma che gli ha lasciato i segni nelle mani.

Per la terza volta campione italiano di pugilato della categoria 57 chilogrammi, al trentenne massese ora non resta che combattere per la cintura europea. Meritata e mai in discussione la vittoria contro Jacopo Lusci al Pala Ruffini di Torino, ottenuta ai punti, al termine di un incontro dove Tassi ha confermato di possedere la stoffa del campione. Una città intera, quella di Massa, ha esultato al momento della pronuncia del verdetto (99-91, 99-91 e 99-92), per decisione unanime a favore di Tassi. Sono passati poco più di due mesi dalla seconda vittoria del titolo, ottenuta a Siena battendo il romano Davide Tiberi, dopo che nel 2020 tra le mura della sua città, Tassi era diventato per la prima volta campione italiano battendo Emiliano Salvini, anch’egli romano.

Il boxer massese non nasconde che «è stata dura, il mio avversario combatteva in casa con il tifo a favore – spiega Tassi – inoltre ho accusato dei problemi alle mani, che grazie alla preparazione mentale e fisica sono riuscito a superare, portando a termine l’incontro con successo». Un match che la “piuma delle Apuane” definisce «tra i più belli combattuti da professionista, perché ero concentrato, determinato, e fisicamente in forma». L’obiettivo ora è nuovamente quel campionato europeo che avrebbe giù dovuto disputare a febbraio, in virtù della conquista del primo titolo italiano. Incontro prima rinviato e mai disputato, quello contro il piemontese Francesco Grandelli, costretto a dare forfait per aver contratto il Covid-19.

Il campione della Pugilistica Massese sottolinea che «il mio successo è merito anche dell’allenamento e della preparazione svolti con due validi professionisti della boxe, quali sono Giancarlo Talamoni e Fabrizio Stipcevich». Oltre a loro Tassi ringrazia anche il fisioterapista Marco Ricci, il mental coach Mauro Lucchetta e Graziano Loreni, procuratore della Promo Box Italia. «E come l’acqua Fonteviva donatami dalla società Evam, è stata una valida alleata durante allenamenti ed incontro – conclude Tassi – a darmi la carica più grande ci pensa la mia prima supporter, nonché compagna, Laura Bondielli».

Più informazioni su