Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana TENews

Dal 2 dicembre raccolta domiciliare del verde estesa a tutta Massa: ecco cosa cambia

L'assessore Balloni: «Un miglior servizio alla cittadinanza e un ottimizzazione del ciclo della differenziata, riducendo sensibilmente le quantità di rifiuto indifferenziato»

MASSA – Si allarga a tutta la città il progetto verde per la raccolta di sfalci e piccole potature a domicilio. Promosso dall’amministrazione comunale attraverso l’assessorato all’ambiente di Paolo Balloni e realizzato da Asmiu, il servizio, rivolto a tutte le utenze domestiche e non domestiche, già attivo nelle tre zone A, B, e C a valle dell’autostrada rispettivamente ogni lunedì, martedì e mercoledì, dal prossimo giovedì 2 dicembre riguarderà anche la parte della città a monte dell’autostrada.

Lo annunciano l’assessore all’Ambiente Paolo Balloni e l’amministratore unico di Asmiu Massimiliano Fornarispiegando che il servizio di raccolta del verde si estenderà alla città con le stesse modalità in uso nella Marina. La zona a monte dell’autostrada è stata a sua volta divisa in tre zone: D, E ed F.

  • L’area D comprende: Castagnara, Mirteto, Santa Lucia, Ortola, Castagnola, Centro-Centro storico e Rocca;
  • l’area E comprende: Romagnano, Cudupino, Catagnina, Remola, Zecca, Alteta e la parte a mare della ferrovia;
  • l’area F comprende: Turano, Cervara, Stazione, Poggioletto, Quercioli, Sei Ponti, San Cristoforo, la parte a mare della ferrovia fino al confine con Montignoso e fino a via Marina Vecchia verso Carrara;

Il personale Asmiu adibito alla raccolta del verde munito di un minicompattatore da cinque metri cubi e da un Porter con vasca da tre metri cubi effettuerà il servizio di raccolta domiciliare del verde ogni giovedì nella zona D; ogni venerdì nella zona E ed ogni Sabato nella Zona F. Fuori dalla propria abitazione, preferibilmente dalle ore 21 ed entro le ore sei del mattino del giorno di raccolta, si potranno conferire sfalci d’erba e piccole potature (es. rametti) in sacchi ben chiusi, per un totale di massimo 5 sacchi da 90 litri ciascuno per ogni utenza. Per ogni sacco ritirato verranno rilasciati dagli addetti Asmiu un numero pari e uguale di sacchi nuovi con il sistema “1 contro 1″. All’avvio del progetto, per il primo giorno di raccolta, gli utenti potranno conferire il verde in sacchi generici, dalla volta successiva si dovranno utilizzare obbligatoriamente sacchi verdi marchiati Asmiu.

“Con l’ampliamento della raccolta domiciliare del verde a tutta la città – commenta soddisfatto l’assessore Paolo Balloni – riusciamo non solo ad offrire un miglior servizio alla cittadinanza ma anche ad ottimizzare il ciclo della raccolta differenziata riducendo sensibilmente le quantità di rifiuto indifferenziato a favore di quello che può essere riciclato. Il verde così raccolto può essere infatti conferito direttamente al Cermec contribuendo anche ad alleggerire le quantità dei conferimenti e degli accessi diretti dei cittadini alla Ricicleria. Altro risvolto positivo – continua Balloni – il servizio di raccolta domiciliare del verde contribuisce a migliorare il decoro della città e a disincentivare l’abbandono scorretto nei cassonetti stradali o in discariche abusive”. “Grazie al sostegno dell’amministrazione comunale – commenta Fornari – Asmiu sta incrementando notevolmente le percentuali di raccolta differenziata, promuovendo comportamenti virtuosi che valorizzano la cultura del recupero e del riciclo”.