Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Poste, dipendenti aggrediti da clienti esasperati. Serve la vigilanza armata»

Le segreterie provinciali Slp-Cisl, Slc-Cgil e Uil Poste chiedono con forza l'apertura di tavolo tra Poste italiane e la Prefettura per "trovare le soluzioni necessarie volte alla difesa e alla tutela dei lavoratori"

MASSA-CARRARA – Aggressioni verbali e tentativi di violenza fisica da parte di clienti “esasperati per le lunghe attese”. E a monte un problema: quello della carenza di personale dovuta ai continui pensionamenti. E’ quanto denunciano in una nota le segreterie provinciali Slp-Cisl, Slc-Cgil e Uil Poste, che chiedono alle istituzioni e alla politica ad ogni livello “maggior interesse per i lavoratori di poste, che in un momento ancora così difficile per il nostro paese, stanno continuando a svolgere con grande responsabilità e professionalità un servizio fondamentale per la popolazione”.

“Riteniamo questa situazione inaccettabile – scrivono – e chiediamo con forza l’apertura di tavolo tra Poste italiane e la Prefettura per trovare le soluzioni necessarie volte alla difesa e alla tutela dei lavoratori, come l’introduzione di vigilanza armata che regoli gli accessi all’interno degli uffici postali ed intervenga in caso di tentativi di aggressione del personale”.