Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Lockdown per i non vaccinati? Opinione pubblica spaccata, ma prevalgono i contrari sondaggio

La maggioranza dei nostri lettori che ha partecipato alla consultazione online ha bocciato la proposta lanciata dal governatore della Toscana, Giani. E anche la scienza non ha una posizione così granitica

MASSA-CARRARA – La maggioranza dei lettori della Voce Apuana boccia la proposta del presidente della Toscana, Eugenio Giani, che pochi giorni fa (insieme ad altri politici) aveva invocato il lockdown per i non vaccinati. La proposta è stata apprezzata dal 46% degli oltre 1.200 che hanno voluto partecipare alla consultazione online lanciata la scorsa settimana. I contrari, invece, sono stati il 54%. Il governatore che proprio oggi ha rilanciato: «Per me al lavoro dovrebbero andarci solo i vaccinati. Comunque sia oggi l’ordinamento consente di andarci facendosi il tampone».

Nelle ultime ore si sta discutendo di super-green pass, un certificato verde che consentirebbe l’accesso alla vita sociale  in zona arancione solo ai vaccinati e ai guariti, escludendo quindi i non vaccinati con tampone negativo. Insomma l’opinione pubblica sembra spaccata sulle nuove misure restrittive, nonostante i vaccinati in Italia abbiano raggiunto l’85% circa della platea over-12. Inoltre, il fatto di mettere in lockdown solo i non vaccinati presupporrebbe la certezza che il contagio sia diffuso solo da chi ha deciso di non farsi inoculare il siero. Ma le cose, ancora una volta, non stanno proprio così. I dubbi sono ancora molti nonostante le granitiche certezze che vengono veicolate spesso in modo troppo semplicistico da politici e media nazionali.

A questo proposito una recentissima ricerca pubblicata dalla prestigiosa rivista scientifica The Lancet e firmata dal professor Günter Kampf (dell’Institute for Hygiene and Environmental Medicine, University Medicine Greifswald), afferma che «è sbagliato e pericoloso parlare di pandemia dei non vaccinati (…) le persone vaccinate hanno un rischio inferiore di malattie gravi, ma sono ancora una parte rilevante della pandemia». A questo possiamo aggiungere l’opinione espressa negli ultimi giorni dal professor Andrea Crisanti, secondo cui sarebbe più intelligente e funzionale obbligare i non vaccinati all’utilizzo della mascherina Ffp2 anziché porre ulteriori restrizioni.

Le vostre opinioni

E anche questa consultazione lanciata dalla Voce Apuana ha raccolto molti commenti tra i favorevoli e i contrari. Michela ha scritto: «E certo, ora la colpa dei contagi è di chi non si è vaccinato? Ma dovete finirla di raccontare cavolate, conosco persone con due dosi di vaccino che sono risultate positive e sono state malissimo quindi finitela. Io non sono no vax ma nemmeno pro vax. Io non mi vaccino per mia scelta, faccio i tamponi e sono più controllata di un vaccinato». Opinione opposta arriva da Gianni, secondo cui la Costituzione può essere messa da parte per una questione sanitaria: «Ben venga il lockdown per i no vax! Almeno impareranno a fare i furbi e menefreghisti! E chissenefrega dei diritti costituzionali! A buon rendere». «Essere governatore – afferma Elisa, riferendosi a Giani – non vuol dire essere proprietario della vita altrui. Rispettare chi non si vaccina è un dovere, libera scelta».

Sulla stessa linea Monica: «Ma come fanno a fare il lockdown per i non vaccinati se contagiano anche i vaccinati? È un altro ricatto per fare vaccinare chi non lo è». La pensa diversamente Laura: «Dopo quasi due anni di pandemia, di misure restrittive, di colori vari, di attività chiuse, di dissesto economico e culturale, di problemi psichici, e l’elenco è ancora lungo… cosa pensate ci sia da fare? Ben vengano il green pass e soluzioni estreme. Chi non si vuole vaccinare ne ha il diritto purché non venga a intaccare la mia libertà. Io mi sono vaccinata e ho il diritto di non sentire pseudo teorie e pseudo concetti di libertà Non ti vaccini? Ti prendi le tue responsabilità, così come io e migliaia di italiani ci siamo prese le nostre di responsabilità credendo nella comunità scientifica».

«Non sono favorevole ai non vaccinati chiusi in casa» motiva così il suo voto Giovanna. «Loro – scrive – sono tutti tamponati ogni 48 ore per lavorare. È veramente assurdo, dal momento che sono sempre negativa, dover stare alle restrizioni». «Mi sembra più che corretto – afferma Max – che chi ha maggiori rischi di contagiarsi e di contagiare abbia maggiori restrizioni, quindi sono assolutamente favorevole a un lockdown differenziato, e non mettiamo in ballo ipotetici diritti costituzionali». «Molto meglio – taglia corto Viola – quei vaccinati che vanno in giro raffreddati e manco un tampone si fanno perché: “oh, ma io sono vaccinato”».

Sondaggio

Sei favorevole o contrario al lockdown per i soli non vaccinati?

  • Contrario (54%)
  • Favorevole (46%)
  • Non so (1%)
Loading ... Loading ...