Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Attese all’hub vaccinale, l’Asl consiglia la prenotazione: «Struttura proporzionata» foto

L'azienda sanitaria replica a Uil che si era lamentata sulla sede del vecchio ospedale di Massa

MASSA – «L’Azienda Usl Toscana nord ovest cercherà di rendere il più fruibile possibile l’accesso al centro vaccinale dell’ex ospedale di Massa per risolvere anche le criticità segnalate dalla Uil Pensionati». Inizia così la replica dell’Asl alle dichiarazioni del sindacato pubblicate ieri su questo giornale (qui l’articolo). «L’utilizzo dell’ex nosocomio massese per proseguire le vaccinazioni – spiega l’azienda sanitaria – è stata dettata da alcuni semplici considerazioni. Innanzitutto la fase in cui si trova attualmente la campagna vaccinale, che è stata condotta con grandi numeri nei mesi scorsi e che adesso si attesta su numeri di somministrazioni più modesti. Ciò ha comportato che l’hub di Marina di Carrara sarebbe stato una struttura sproporzionata, sia in termini strutturali, sia in termini economici, rispetto alle attuali esigenze della campagna vaccinale. Utilizzare l’ex ospedale di Massa, che invece è una struttura dell’Asl, ci permette di non pagare alcun canone di utilizzo, il che si traduce in un risparmio».

«Nel caso in cui – aggiunge l’Asl – per varie ragioni (come per esempio l’estensione delle fasce di età a cui somministrare le terze dosi, l’avvio delle vaccinazioni anche per i bambini tra i 5 e gli 11 anni), la domanda di vaccinazioni dovesse crescere, l’Azienda valuterà il potenziamento delle attuali sedi e l’eventuale estensione su altri hub. L’obiettivo è rispondere in maniera adeguata e proporzionata alle esigenze della cittadinanza».

«Per quanto riguarda il problema delle attese – evidenzia l’Asl – il consiglio è quello di prenotare sempre la propria dose attraverso il portale regionale e di recarsi al centro vaccinale all’orario prestabilito. Per chi ha più di 80 anni o per chi deve fare la prima dose è sempre possibile recarsi al centro vaccinale ad accesso libero, ma in questo caso si può incappare in tempi di attesa più lunghi nei momenti di maggior afflusso. Si ricorda inoltre che è anche possibile prenotare il vaccino (prima, seconda e terza dose) anche dal proprio medico di famiglia».