Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Le Istituzioni Informano di La Voce Apuana - Comune di Carrara

Giornata mondiale della prematurità, la rotatoria di Turigliano si colora di viola

CARRARA – L’amministrazione comunale di Carrara anche quest’anno ha dato la propria adesione a sostegno della campagna di sensibilizzazione per la “Giornata Mondiale della Prematurità”, accogliendo la richiesta inviata dal Presidente della Società Italiana di Neonatologia Luigi Orfeo e della Presidente di Vivere Onlus Martina Bruscagnin. Mercoledì 17 novembre sarà illuminata di viola la scultura realizzata da Nardo Dunchi e collocata al centro della rotatoria a Turigliano, all’incrocio tra Viale XX Settembre e l’Aurelia, grazie alla collaborazione di Nausicaa spa (la Società multi servizi del Comune).

Il 17 novembre si celebra da 13 anni la “Giornata Mondiale della Prematurità”, nata con lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni sulle nascite pretermine, cioè prima della 37a settimana. Lo slogan per il 2021 è “Agiamo adesso. Non separare i neonati prematuri dai loro genitori”. Nel mondo un bambino su dieci nasce prematuro: in Italia, i neonati prematuri sono il 6,9% delle nascite, percentuale che ha visto un incremento negli ultimi due anni di emergenza sanitaria e pari all’11,2% per i nati da mamme positive al covid-19.  È necessario, dunque, continuare ad accendere i riflettori sulla prematurità, parlare di questa che è una malattia grave, che può mettere seriamente a rischio la vita dei neonati e che rappresenta una “sfida per la neonatologia e per la società”.  Ogni monumento illuminato darà nuova luce ai progetti Sin e Vivere Onlus, contribuendo al futuro dei piccoli guerrieri nati pretermine e delle loro famiglie.

La Società Italiana di Neonatologia è la società scientifica che si occupa della cura del neonato: dal 1994 è impegnata nel promuovere e sostenere l’assistenza al neonato, sano e patologico, la ricerca biomedica, la formazione e l’aggiornamento dei Neonatologi e delle altre figure professionali coinvolte nel percorso nascita, favorendo una corretta organizzazione delle cure neonatali. Con le sue 17 Sezioni Regionali, i 24 Gruppi di Studio e quasi 3000 Soci, operanti in ambito ospedaliero e universitario, rappresenta la sede istituzionale della Neonatologia italiana e il punto di riferimento per i genitori per tutte le tematiche che riguardano il neonato, operando in stretta collaborazione con le Associazioni dei Genitori e in sinergia con la Società Italiana di Pediatria e la  Società Italiana di Neonatologia Infermieristica.

Vivere Onlus Coordinamento Nazionale delle associazioni per la Neonatologia è nato nel 2004 da sette associazioni di genitori di bambini che alla nascita sono stati ricoverati in Terapia Intensiva Neonatale. Ad oggi conta 45 associate su tutto il territorio nazionale, con la mission di favorire l’umanizzazione delle cure, creare una rete di accoglienza, sostegno e accompagnamento per le famiglie fin dal ricovero che precede una probabile nascita prematura, durante la degenza del bambino e dopo la dimissione, promuovere e favorire la ricerca scientifica, l’informazione pubblica, l’educazione sanitaria, l’aggiornamento e la formazione degli operatori. Il ruolo di Vivere Onlus è perseguire obiettivi comuni a livello nazionale e internazionale con associazioni e fondazioni come European Foundation for the Care of Newborn Infants. La collaborazione con la Società Italiana di Neonatologia si concretizza fin dall’inizio delle attività, in particolare durante la stesura della Carta dei Diritti del bambino nato prematuro.