Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Sanzioni più pesanti per chi occupa i parcheggi riservati ai disabili e le altre novità del Decreto Infrastrutture

MASSA-CARRARA – Novità importanti in favore delle persone con disabilità. Come spesso viene ribadito e, come recita la Convenzione Onu sui Diritti delle Persone con Disabilità, oltre alle barriere architettoniche serve eliminare  quelle culturali rappresentate dalle cattive abitudini, tra queste l’utilizzo improprio dei parcheggi riservati ai disabili.

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del Decreto Infrastrutture, sono in vigore dalla data odierna le nuove  sanzioni per chi parcheggia in aree di sosta riservate a mezzi per il trasporto di persone con disabilità. Le sanzioni andranno da 168 a 672 euro (erano  da 84 a 335 euro) mentre i punti decurtati sulla patente passano dagli attuali 2 a 6. Altra importante novità in vigore dal 1 gennaio del 2022, sarà quella che permetterà alle persone con disabilità, munite di regolare contrassegno, di sostare gratuitamente sulle strisce blu su tutto il territorio nazionale. Stante la chiara volontà espressa dal provvedimento governativo, adesso spetta alle amministrazioni comunali vigilare con attenzione e scrupolo perché vengano applicate le nuove regole in caso di infrazione, ma ancor prima perché  il senso civico di ogni comunità impedisca che una minoranza di cittadini/e utilizzi in modo improprio tali stalli.

Nel rispetto del principio dell’autodeterminazione, valore cardine della Convenzione Onu, ci sono inoltre importanti novità per le persone con disabilità uditive. Infatti dopo la conversione in legge del Decreto Sostegni del maggio scorso, che ha riconosciuto ufficialmente la lingua dei segni italiana (LIS) e la lingua dei segni italiana tattile (LIST), è stato sottoscritto, in data 23 luglio, tra il Ministero dell’Interno e l’Ente Nazionale Sordi (ENS), un protocollo  d’intesa che ha reso operativo in ambito nazionale il servizio 112 Sordi. Con  la partenza del servizio, adesso, è permesso alle persone sorde di accedere al Numero Unico di Emergenza Europeo (NUE 112), e interagire e con gli operatovi del servizio attraverso una apposita chat testuale. La sperimentazione  del servizio è stata seguita dalla Regione Piemonte, saranno infatti le Centrali Uniche di Risposta del Piemonte a ricevere le chiamate e smistarle in tempo reale alle centrali del territorio competente. Per ogni informazione  e per accedere al portale  (https://112sordi.it) dove è  possibile fare la pre- registrazione  in modo da essere identificato in caso di chiamata è utile rivolgersi all’Ente Nazionale Sordi nella nostra Provincia  presente a Massa in Via Palestro 12.