Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Scuola Comunale di Musica a Massa è ancora ferma. L’amministrazione dia il via tempestivamente»

La lettera al sindaco e all'assesora dell'Associazione Musicale Massese: «Attività storica e di rilevante importanza culturale per la città»

MASSA – «Duole dover evidenziare come, per il quarto anno consecutivo la Scuola Comunale di Musica non parta entro i tempi giusti, non solo per l’emergenza sanitaria. Anche quest’anno giunti a novembre, periodo in cui dovrebbero essere già attivi i corsi di musica, nonostante le numerose richieste l’amministrazione comunale non si esprime e non dà notizie sulle procedure per l’avvio dell’attività, che prevede nella prima fase la pubblicazione del bando per l’affidamento del servizio». L’Associazione Musicale Massese scrive una lettera indirizzata al sindaco di Massa Francesco Persiani e all’assessora alla Politiche educative e scolastiche Nadia Marnica, manifestando mancate risposte alle segnalazioni ad essi mandate.

«L’Associazione Musicale Massese, posta in condizione di non poter dare al momento alcuna informazione ai tanti cittadini che la contattano per iscriversi, chiede un chiaro impegno all’amministrazione per un tempestivo avvio di un’attività storica e di rilevante importanza per la vita culturale della città. Nata nel 1982 dalla volontà dell’Associazione Musicale Massese e il Comune di Massa in 38 anni ha operato nel territorio massese proponendo oltre all’attività didattica numerosi eventi musicali di alto livello. La scuola è divenuta nel tempo un punto di riferimento importante per la diffusione della cultura musicale nella nostra comunità e per i comuni limitrofi. – continua la lettera – Numerosi sono gli allievi che si sono iscrittialla scuola di musica massese per portare avanti gli studi musicali fino al raggiungimento di un titolo di studio. Molti di questi oggi lavorano come insegnanti presso la scuola statale o vivono del lavoro di musicista; molti altri, non meno importanti, sono gli appassionati, anche adulti che hanno seguito i corsi con la volontà di avvicinarsi alla musica attraverso lo studio di uno strumento».

«Mediamente, in questi anni ha impegnato circa 20 docenti all’anno e coinvolto 200 allievi; ma i numeri sono ben più alti se si considera la partecipazione ad attività quali i corsi estivi, le master class, i corsi di perfezionamento, le conferenze i seminari estivi, le rassegne musicali promosse come il Festival Internazionale della chitarra. La scuola è convenzionata con il conservatorio di La Spezia e anche con l’Università degli studi di Firenze che per anni ha consentito ai propri studenti di effettuare attività di tirocinio nelle attività didattiche organizzate dalla scuola. Dal 2012 ha sede presso la Villa della Rinchiostra, al termine del restauro che prevede la destinazione di un piano alle attività dei corsi comunali di musica».