Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Un viaggio nella Toscana insolita e autentica: la Lunigiana lancia il primo Educational Tour

E' in programma dal 4 al 6 novembre. Da Pontremoli si andrà verso Filattiera e Bagnone, borghi medievali collegati dalla Ciclabile dei Castelli, poi tappa a Fivizzano, dove in farmacia si prepara ancora l'elisir "China Clementi"

LUNIGIANA – Le cooperative di comunità della Lunigiana fanno rete per promuovere una proposta turistica che porti i visitatori alla scoperta delle bellezze e dei sapori delle realtà rurali del nord della Toscana. E’ in programma dal 4 al 6 novembre l”Educational Tour’ proposto da ‘Sigeric – Servizi per il turismo e l’Ambito turistico Lunigiana’, un viaggio nella Toscana insolita, autentica, lontana dalle grandi mete turistiche, proprio nel cuore della Riserva di Biosfera Unesco dell’Appennino Tosco Emiliano. Questo primo Educational Tour è rivolto a blogger, influencer e giornalisti, coloro che possono vedere, fotografare, fare video e raccontare le bellezze del territorio stimolando la curiosità del pubblico. Il secondo Educational Tour, in programma dall’11 al 13 novembre, sarà riservato ai tour operator per promuovere l’offerta turistica tramite i canali più tradizionali.

L’Educational Tour propone un itinerario di tre giorni tra Lunigiana, Garfagnana e Alta Versilia durante i quali ci saranno occasioni di incontro con le realtà locali, assaggio dei prodotti tipici, scoperta delle bellezze, delle antiche tradizioni e delle leggende. Da Pontremoli, con le valli di Zeri e del Verde dove vivono ancora i pastori e si cucina ancora con i Testi lunigianesi, si andrà verso Filattiera e Bagnone, borghi medievali collegati dalla Ciclabile dei Castelli, un’esperienza imperdibile per gli amanti della bicicletta. Il tour prosegue con la tappa a Fivizzano, la piccola Firenze dove in farmacia si prepara ancora l’elisir “China Clementi”, e poi nella realtà Apuana di Equi Terme. Giunti in Garfagnana è in programma la visita a San Romano e alla Fortezza delle Verrucole, una terrazza tra l’Appennino Tosco Emiliano e le Alpi Apuane, per arrivare, infine, alle grotte carsiche dell’Antro del Corchia.

“Grazie al contributo della Regione Toscana, con il progetto “Reti di Cooperative di Comunità” e l’aiuto di Confcooperative Toscana Nord, Sigeric sta portando avanti il proprio progetto di rete per supportare e promuovere i servizi turistici delle cooperative di comunità del territorio – spiega il presidente della cooperativa Pierangelo Caponi -. Abbiamo già raccolto un buon numero di adesione da parte di blogger e influencer e speriamo di riuscire a stimolare l’interesse dei turisti portandoli in questi luoghi meravigliosi, meno battuti dal turismo di massa, ma altrettanto meritevoli di una visita”.

Per Umberto Giorgi Vice Presidente di Confcooperative Toscana Nord è “un valido esempio del contributo che le cooperative di comunità e lo spirito che le anima possono dare al territorio, alla promozione delle attrazioni che in Lunigiana sono presenti e che devono incastonarsi anche con quello che i territori limitrofi offrono”.