Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Green pass, i lettori della Voce Apuana lo bocciano: «Va abolito». Favorevole il 33% sondaggio

Sono stati 2.262 i votanti della consultazione online lanciata la scorsa settimana dal nostro giornale sul dibattuto tema. Ecco i risultati e i commenti di chi ha partecipato

MASSA-CARRARA – Sono stati 2.262 i votanti della consultazione online lanciata la scorsa settimana dalla Voce Apuana sul dibattuto tema del Green pass. Si tratta della votazione più partecipata in assoluto lanciata dal nostro giornale. Di questi oltre 2.200 votanti, la maggioranza assoluta ha bocciato senza appello la misura decisa dal governo Draghi per limitare la diffusione del virus e incentivare le vaccinazioni: il 57% dei nostri lettori pensa che il certificato verde sia una misura «totalmente discriminatoria» e per questo dovrebbe essere abolita.

Il 33%, invece, sul fronte opposto pensa che sia giusto sia per la vita sociale (ovvero necessario per la frequentazione di bar, ristoranti, discoteche, cinema e teatri) sia per lavorare. Ed è proprio quest’ultimo obbligo, attivo ormai da poco più di due settimane, ad aver esacerbato ancor di più gli animi tra i pro e i contro.

I restanti voti sono divisi tra chi pensa che il Green pass sia «giusto solo per il suo scopo originario: viaggiare in Europa» (5%), chi pensa che «potrebbe essere giusto se ci fossero i tamponi gratuiti» (3%) e chi crede che sia «giusto solo per la vita sociale» (2%). Se sommiamo il 57% dei totalmente contrari al 5% che avrebbe mantenuto lo scopo originario del certificato (viaggiare in Europa) e il 2% che lo vorrebbe solo per la vita sociale, la percentuale di coloro che non condividono l’obbligo del Gp sul posto di lavoro salgono al 64%.

Pro e contro: i commenti dei lettori

«Sempre a favore della salute – motiva il suo voto Valentina – più che molto favorevole al Green pass. Io già vaccinata di tre dosi essendo una sanitaria. Non aggiungo altro che la polemica è sempre dietro l’angolo. Chi non si vuol vaccinare, pazienza». «Il Green pass è una misura assolutamente inutile in ambito sanitario – afferma Angela sul fronte opposto – e pericoloso nelle sue reali finalità ovvero il controllo totale su ogni individuo. Va fermato subito prima che sia troppo tardi». Sulla stessa linea Teresa: «Penso che il Green pass sia uno strumento discriminatorio tra le persone vaccinate e non, non ha alcun fondamento scientifico e nessuna validità dal punto di vista sanitario, non previene, né controlla il covid. Da questo punto di vista è assolutamente inutile e lesivo nei confronti dei lavoratori, li spinge l’uno contro l’altro. Lo stato deve capire che le persone lo fanno perché non hanno altra scelta per poter lavorare, ma è una legge sbagliata che va annullata quanto prima».

«Accettarlo – aggiunge Roberto – significa consegnarsi anima e corpo ad un regime dittatoriale quale è diventato quello italiano, per aver quello che prima avevamo senza carta verde». Non è d’accordo Mauro che ricorda: «Un anno fa ognuno a casa sua. Adesso si va pure in discoteca. Diciamo che non è perfetto ma almeno è tutto aperto». «Si è parlato troppo e a vanvera da una parte e dall’altra, creando confusione. Poi s’è messa in mezzo la politica dicendo “nel torbido si pesca meglio” e in molti hanno abboccato» commenta Massimo. «Il risultato del vero sondaggio – dice Michele – è che quasi l’85% dei vaccinabili si è vaccinato e ha il Green pass. Gli altri, salvo rare eccezioni, non si capisce che esitazioni abbiano». Poi c’è chi, come Nicola, esprime il suo disprezzo, con tanto di etichette, nei confronti di chi la pensa in modo diverso: «Eccoli gli analfabeti funzionali che commentano contro il Green pass e contro i vaccini. Pochi ma regalano gioie di imbarazzo».

Sondaggio

Green pass, cosa ne pensi?

  • È una misura totalmente discriminatoria, va abolito (57%)
  • È giusto sia per la vita sociale (bar, cinema, ecc.) sia per lavorare (33%)
  • È giusto solo per il suo scopo originario: viaggiare in Europa (5%)
  • Potrebbe essere giusto se ci fossero i tamponi gratuiti (3%)
  • È giusto solo per la vita sociale (2%)
  • Non so (0%)
Loading ... Loading ...