Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Parco Guadagnucci verso la riapertura: «Restituiamo alle famiglie uno spazio libero da inquinanti» foto

Il sindaco Francesco De Pasquale e l’assessore all’Ambiente Sarah Scaletti hanno accompagnato in una breve visita al sito l’assessore regionale Monia Monni

Più informazioni su

CARRARA – Conto alla rovescia per la riapertura del parco Elena Guadagnucci di Avenza. Dopo la conclusione lo scorso maggio delle operazioni di bonifica – realizzata grazie a un intervento da 225mila euro, di cui 214mila euro stanziate dalla Regione Toscana – nelle scorse settimane sono state completate le operazioni di piantumazione del verde e l’installazione degli arredi. Per consentire l’accesso al pubblico quindi non resta ancora che attendere qualche settimana, affinchè il manto erboso, i cespugli e le alberature possano attecchire. Intanto nella giornata di lunedì 25 ottobre il sindaco Francesco De Pasquale e l’assessore all’Ambiente Sarah Scaletti hanno accompagnato in una breve visita al sito l’assessore regionale Monia Monni, titolare della delega alle bonifiche, (in città per il completamento dei lavori sul Carriona nella zona immediatamente a valle del tracciato ferroviario).

«Questa bonifica, finanziata dalla Regione con € 214.000,00, rappresenta il nostro impegno nella realizzazione degli interventi previsti nel Sito d’interesse Regionale di Carrara. Quella del Giardino Elena Guadagnucci è un’opera che restituisce ai cittadini un luogo di incontro, un’area verde della quale tutti potranno beneficiare» ha commentato l’assessore regionale all’Ambiente Monia Monni.

«Finalmente dopo tanti anni possiamo riaprire quest’area verde bonificata alla cittadinanza. Lo scorso giugno avevamo restituito “al pieno” riutilizzo le aree residenziali ricomprese nel Sir ad Avenza e Nazzano, consentendo agli abitanti di poter effettuare gli interventi edili previsti dagli strumenti urbanistici senza dover attivare lunghe e costose procedure burocratiche. Tra poco riconsegneremo alla cittadinanza un’altra zona del territorio: uno spazio sicuro, libero da inquinanti, che i bambini e le famiglie potranno godersi in serenità» ha dichiarato l’assessore all’Ambiente del Comune di Carrara, Sarah Scaletti.

I lavori di bonifica, lo ricordiamo, si sono resi necessari a seguito del rilevamento dal 2003 della presenza di sostanze inquinanti nel terreno: il superamento dei limiti di legge non riguardava il suolo calpestabile né le acque sotterranee ma è stato individuato nel terreno sottostante lo strato più superficiale, come attestato dai campionamenti condotti nel 2013. La bonifica è stata realizzata grazie a un intervento da 225mila euro, di cui 214mila euro stanziate dalla Regione Toscana.

Il ripristino è stato effettuato con la piantumazione di 12 pini domestici e 12 lecci, l’installazione di nuovi arredi e illuminazione e la valorizzazione dei rifugi antiaerei presenti nel sito, ai quali è stata dedicata una apposita cartellonistica.

Più informazioni su