Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Calciatori col fischietto: i primi arbitri-giocatori d’Italia sono a Carrara

Si chiude lunedì il corso avviato in estate, primo a livello nazionale, con l'importante novità che prevede la possibilità di giocare a calcio e parallelamente iniziare l'attività di direttore di gara per i giovani fino a 17 anni

CARRARA – Saranno quattro giovani associati della sezione Aia ‘Giorgio Lazzarotti’ di Carrara i primi arbitri italiani ad avere anche la possibilità di continuare la loro attività di giovani calciatori, in base alla novità del doppio tesseramento avviata dalla presidenza dell’Aia nazionale. Si chiude infatti domani, lunedì, a Carrara il corso arbitri avviato in estate, primo a livello nazionale con l’importante novità che prevede la possibilità di giocare a calcio e parallelamente iniziare l’attività di arbitro per i giovani fino a 17 anni.

«Un passaggio importante – commenta la sezione dell’Aia carrarese – per tutto il movimento arbitri nazionale, che prende il via quindi all’ombra delle Apuane con i quattro giovani che potranno scendere in campo come arbitri nei campionati locali e proseguire a giocare con le rispettive squadre».

L’esame finale dei giovani candidati è in programma domani, lunedì, alle 17.30 nei locali della sezione di Carrara a Marina di Carrara. A esaminare i neo-arbitri sarà il presidente del comitato regionale arbitri Tiziano Reni, a fare gli onori di casa  il presidente della sezione di Carrara Francesco Cecchini, che ospiterà questo momento importante per tutta l’Associazione italiana arbitri.