Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

A 10 anni dall’alluvione potenziato l’impianto idrovoro “Aulla Città”. Entro fine anno il completamento del terzo lotto foto

Il sindaco Valettini: «La messa in funzione dell'impianto assume, oggi, un significato ed una valenza particolari»

AULLA – Inaugurati questa mattina, alla presenza delle autorità istituzionali cittadine, dei tecnici e degli amministratori del Consorzio 1 Toscana Nord, il primo e il secondo lotto riguardante il potenziamento e il miglioramento funzionale dell’impianto idrovoro “Aulla Città”. A ridosso del decennale della devastante alluvione che nel 2011 colpì la comunità di Aulla, l’intervento concretizza e rafforza, non solo simbolicamente, l’impegno e l’attenzione che il Comune di Aulla, la Regione Toscana ed il Consorzio 1 Toscana Nord hanno messo in campo per garantire una maggiore sicurezza idrogeologica all’intero territorio, affinché eventi disastrosi della portata che si è conosciuto non si verifichino mai più.

Gli interventi, realizzati dal Consorzio 1 Toscana Nord con un finanziamento regionale di oltre 670 mila euro, hanno riguardato il posizionamento e la messa in opera di uno sgrigliatore atto a rimuovere materiale flottante e detriti dal canale che scorre a fianco del Magra e raccoglie le acque dell’abitato di Aulla. Entro la fine dell’anno verrà completato il terzo lotto, riguardante la messa a dimora della terza pompa che sarà in grado di aumentare ulteriormente la sicurezza idraulica.

I lavori svolti garantiranno che l’impianto funzioni direttamente alimentandosi con la rete elettrica grazie all’allaccio ad una apposita cabina ENEL che consentirà alle pompe di entrare in funzione in modo automatico grazie al telecontrollo, che servendosi, anche, di sensori, massimizza l’efficienza e riduce i tempi di entrata in funzione, supportando la presenza, comunque, fisica del personale del Consorzio.

Nelle parole del Sindaco di Aulla Roberto Valettini è, questo, “un altro importante risultato dell’Amministrazione per la città, che permette la definitiva messa in sicurezza del capoluogo con l’allaccio alla rete fissa delle idrovore, precedentemente collegate solo al generatore. Determinante l’insistenza con cui il Comune di Aulla ha rappresentato questa esigenza alla Regione, ottenendo dalla stessa, per un importo di 676mila Euro, l’allestimento della cabina elettrica, l’allaccio e la complessiva messa in sicurezza dell’intero impianto. A quasi dieci anni dall’evento luttuoso e rovinoso patito dalla nostra comunità la messa in funzione dell’impianto assume, oggi, un significato ed una valenza particolari”.

Soddisfazione anche per il Vicesindaco e Assessore alla Protezione Civile Roberto Cipriani: “Un risultato che sancisce l’intesa fra Comune, Consorzio di Bonifica e Regione Toscana, frutto di una sinergia che permette oggi, ad Aulla, di raggiungere un livello di sicurezza senz’altro molto più elevato che in passato”.

Il Presidente del Consorzio 1 Toscana Nord Ismaele Ridolfi sottolinea l’importanza di “un potenziamento tecnologico e innovativo che consentirà all’impianto idrovoro di incrementare e rinnovare la sua determinante funzione. L’efficientamento del manufatto è anche un importante momento d’incontro e scambio tra i rappresentanti delle diverse governances territoriali di enti, associazioni e portatori di interesse per indirizzare le azioni e i progetti prioritari per tutta la Lunigiana, in modo particolare nel decennale della terribile alluvione che colpì la città”.