Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

«Dalla Cgil un’uscita fuori luogo che rischia di far saltare un importante accordo aziendale»

Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel Ambiente si schierano contro il sindacato: «Trattative lunghissime da parte di Nausicaa, ma quello che conta è che siamo alla vigilia di un accordo epocale»

Più informazioni su

CARRARA – “Un’uscita in solitaria quella della Cgil sulla stampa, del tutto fuori luogo e che rischia di compromettere il lavoro portato avanti negli ultimi mesi da tutte le organizzazioni sindacali per portare un premio di risultato legittimo e meritato ai lavoratori della Multiservizi di Carrara Nausicaa”. Intervengono così da Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel Ambiente nella botta e risposta che vede protagonisti, da una parte Alessio Menconi, segretario generale della Funzione Pubblica Cgil Massa-Carrara, e dall’altra il Comune e la sua azienda partecipata (ne abbiamo parlato qui).

“Di certo non vogliamo assolvere Nausicaa dalla colpa di aver portato avanti le trattative per un tempo lunghissimo – precisano da Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel Ambiente – spesso con evidenti errori nella convocazione delle sigle, dove sono passati mesi tra una riunione e l’altra, ma quello che conta è che siamo alla vigilia di un accordo epocale dove ha iniziato a prendere forma subito dopo la nascita di Nausicaa, il contestuale inizio di economie di scala e tanti sacrifici dei lavoratori che hanno permesso di liberare risorse economiche per confermare un premio di risultato ad alcune categorie quali l’igiene urbana e le farmacie ma nel contempo di poter iniziare ad introdurre anche un premio di risultato per  quelle categorie di lavoratori che non lo hanno mai percepito come appunto i lavoratori ex Apuafarma ed ex Progetto Carrara. Insomma un accordo importante frutto di mesi di contrattazione, dove prima di firmare è giusto e necessario approfondire bene tutti gli aspetti in esso contenuti anche perché si tratta di un Accordo Quadro che stanzia sì le risorse, ma non stabilisce nel dettaglio il metodo di applicabilità nelle varie categorie di lavoratori presenti nella multiservizi Nausicaa e dunque dovrà essere integrato con ulteriori accordi nei singoli settori aziendali”.

“Dispiace poi  in linea generale il comportamento della Funzione Pubblica Cgil – aggiungono le tre sigle sindacali – che afferma che in un’assemblea dei lavoratori del comparto Igiene Ambientale ha incassato 80 voti favorevoli alla sottoscrizione dell’accordo aziendale. L’assemblea a cui si riferisce Fp Cgil è stata organizzata dai rappresentanti aziendali dell’Igiene Urbana solo ed esclusivamente per discutere delle problematiche legate alla raccolta Porta a Porta. In questa sede la Fp Cgil, ha chiesto ai lavoratori intervenuti di votare una bozza che non era all’ordine del giorno. Una votazione nella quale, proprio perché non all’ordine del giorno, non vi erano presenti numerosi sindacalisti e numerosi lavoratori dell’Igiene Urbana. Una votazione tra l’altro senza nessun verbale e senza
nessun registro presenze. Aggiungiamo che la bozza messa a votazione non è quella concordata con l’azienda visto che nella recente riunione di lunedì scorso abbiamo chiesto numerose modifiche che non sappiamo ancora se l’azienda ce le accorderà”.

“Insomma – chiudono da Fit Cisl, Uiltrasporti e Fiadel Ambiente – di cosa sta parlando la Fp Cgil? E’ forse sua volontà far saltare un accordo aziendale che porta un riconoscimento economico ai lavoratori? Nausicaa ha più di 400 dipendenti. Nel momento in cui sarà pronta la bozza definitiva la sottoporremo a tutti i lavoratori dove verrà illustrata agli stessi da tutti i rappresentanti di tutte le sigle sindacali aventi diritto alla firma”.

Più informazioni su