Quantcast
LiguriaNews Genova24 Levante News Città della Spezia Voce Apuana

Il panigaccio fa il tutto esaurito ancora una volta: più di 600 persone alla Panigalonga

PODENZANA – Un vero e proprio successo la seconda edizione della Panigalonga di Podenzana. Sono state più di seicento le persone che hanno partecipato al cammino lungo 12 chilometri, attraversando i principali e suggestivi borghi del Territorio di Podenzana, a fronte di più di mille richieste pervenute da Genova, Milano, Brescia, Como, Parma, Firenze, Livorno e addirittura dalla Sardegna. I partecipanti arrivati da più lontano è stata una coppia proveniente dall’Inghilterra; il partecipante più giovane si chiama Adele di soli 4 mesi accompagnata dai due fratellini più grandi e dai genitori.

Una giornata non soltanto all’insegna del cammino fra la natura e la degustazione del prodotto simbolo della Comunità di Podenzana, il panigaccio, ma un vero e proprio spettacolo teatrale nel bosco del Monte della Croce del Bastione, offerto a tutti i partecipanti, diventati protagonisti e incontrando, nell’occasione, il gatto, il lupo e le streghe quali personaggi della Leggenda del Panigaccio di Podenzana.

Il programma è stato arricchito dal folclore grazie alla partecipazione di Bugelli e la sua band nella cornice medievale del Castelletto Malaspiniano dell’Oliveto, dallo spettacolo al Castello grazie all’esibizione di folletti e giocolieri, ma soprattutto dall’ospitalità che la comunità di Podenzana è riuscita ad esprimere ancora una volta.

«Ho voluto percorrere tutti 12 chilometri, quale ultimo partecipante, come fatto nel 2019, per chiudere e  portare personalmente il mio saluto e ringraziamento a tutte le persone che hanno creduto e reso possibile la realizzazione di un evento così straordinario. Credo che il successo dell’evento sia soprattutto il loro. Un ringraziamento particolare al presidente Oreste Galli e al vice Daniele Bareschino, a tutti volontari della Pro Loco, a tutti gli abitanti della frazioni coinvolte, alle attività, alle associazioni del territorio e ai dipendenti comunali per averci creduto, per il sostegno, la disponibilità e il coraggio. Un ringraziamento inoltre al presidente della Protezione Civile Alessandro Ruggeri e a tutti i volontari dell’associazione Radio CB che hanno garantito la sicurezza e il pronto intervento su tutto il percorso, in collegamento con la centrale radio installata per l’occasione al Parco del Gaggio.»